home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Finalmente! Il Cernusco torna alla vittoria a Velate

Finalmente! Il Cernusco torna alla vittoria a Velate

Ne era passato parecchio di tempo dall’ultimo canto della mosca. L’ultimo era stato cantato a Desenzano all’inizio del dicembre dell’anno passato e poi tra rinvii, feste natalizie e sconfitte sono passati quasi tre mesi. Un eternità fatta di infortuni, sfortune ed errori che hanno penalizzato il cammino dei Runners fino al termine della stagione. Bello rivedere il sorriso e la voglia di giocare sulle maglie grigioamaranto anche se con un pò di disordine ma con tanto cuore e fisico. Proprio Hulk Hogan Assandro propizia con la sua fisicità devastante i primi 20 minuti dei Runners che valgono quasi altrettanti punti con il sostegno e presenza di Brambilla e Francesco Calogero, tornato numero 10 pieno di voglia di giocare. Mariotti insuperabile in touche garantisce palloni giocabili in mischia e le terze linee con Chiesa, La Mattina e Petretta corrono in lungo e in largo per permettere a Giannubilo, ancora mediano, di giocare a tempo di Clash e di smistare a modo suo una gran quantità di palloni.
La ricetta è vincente perchè il Velate non entra mai in partita anche se fisicamente prova a mettere sotto i Runners sopratutto con ruck e maul al limite del regolamento.
Nella ripresa la storia non cambia anche se l’energia comincia a mancare e dalla panchina arrivano forze fresche anzi freschissime. Faina entra in campo nella ripresa e in 40 minuti fa tutto quello che può, due mete, tanti placcagghi e un cartellino gialloma fondamentale è anche il supporto di Matteo Brambilla e di tutta la panchina che anche se in condizioni difficili permette alla squadra di restare in vantaggio e di gestire finamente come si deve una partita da portare a casa.
Il finale è come al solito infinito, e il Velate mai domo si avvicina senza però mettere a rischio una gara già chiusa. Da segnalare l’esordio in grigio amaranto di Magnoni  e il fenomenale terzo tempo chiuso in tarda serata e animato proprio dall’Antony grigio amaranto.

Cernusco – Velate 17-32(5-20)

Mucci, Caserini, Martorini (Langellotti), Barisione (cap), Mariotti (Bassetti), Petretta, Chiesa (Brambilla M.), Lamattina (Faina) , Giannubilo, Calogero F., Calogero G. (Magnoni),  Assandro, Brambilla G. (Rescigno) , Sironi, Accurli (Campanale)

Marcatori: Calogero, Assandro, Faina (2), Brambilla G
2 C.p  Calogero F.
1 t.r. Calogero F.

 Amm. Faina

 Best Player: Mariotti “perchè deve rimanere tutto in famiglia”

FC Award: L’Ing. Petretta, per Touche veloce all’interno dei 5 metri (featuring Calogero G.), e perchè fa sempre ridere darla a Petretta.

Le pagelle di Parkinson

Accurli 6,5: il voto potrebbe essere giustificato unicamente dal fatto che prende tutti i calci avversari al volo (o almeno non fa avanti…); il giovane styloso fa bene la sua parte comandando le ali e non facendosi mai cogliere impreparato dalle (poche) avanzate avversarie. Il suo punto debole rimangono le linee di corsa.

Calogero Senior 6: Manca ancora di grinta ed in alcuni momenti del match sembra passare di lì per caso. questa volta però si applica in modo più professionale rispetto al solito limitando i comportamenti che tanto irritano anche i suoi compagni. Deve ritrovare la corsa… e l’allenamento.

Brambilla G. 6,5: Di positivo ha sicuramente una varietà di repertorio rispetto ad altri compagni di reparto. Questa era la partita giusta per mostrarla; purtroppo quando si alzano i ritmi non è così facile girare intorno agli avversari. Solido nel placcaggio.

Assandro 6,5: Ancora una volta chiamato a giocare in una posizione che non è la sua risponde presente. Come detto per Jack la pochezza della difesa avversaria esalta le sue doti offensive nascondendo le pecche difensive. Va nuovamente a segno.

Sironi 6,5: stesso discorso fatto per Ema: non fa cadere i calci al volo. Ancora inesperto ci regala comunque dei buoni placcaggi e qualche ripartenza offensiva. Sembra ancora un bambino che gioca con i grandi

Calogero Jr. 6: Non vi nascondiamo che ci aspettavamo di più dal giuovine Calo. Concreto, sicuro e con personalità manca nei passaggi e si fa coinvolgere nel caos fatto dal Velate invece di dare ordine. Vorremmo comunque rivederlo.

Giannubilo 6,5: Seconda partita da mediano di mischia. Non possiamo fargli alcuna osservazione che non sia legata alla sua poca esperienza nel ruolo. Manca di velocità ma non è che la mischia lo aiuti molto.

Chiesa 6: Due ottime ripartenze e sicuramente una buona dimostrazione di voglia di giocare. Purtroppo però o svolge il lavoro sporco in modo così perfetto che nessuno se ne accorge oppure con i chilometri che percorre è necessario ancora lavorare sulla qualità.

Caparezza 6: si pesta un po’ i piedi con Petretta. Le terze linee in queste partite hanno l’obbligo di velocizzare il gioco cosa che lui non fa. In miglioramento.

Petretta 6: vale ciò detto per Caparezza. Cerca di giocare dal lato aperto ma non è il suo ruolo naturale.

Barisione 6: Su di lui ricadono i ragionamenti generali della squadra: e quindi gli ancora troppi falli e la mancanza di velocità. Lui tende sempre ad isolarsi.

Mariotti s.v.: Un rugbista vero si vede non solo in campo. Si è sempre lamentato di tutto e quando gioca la seconda partita da titolare e vince il premio per il miglior giocatore non è presente al terzo tempo, Da riprendere.

Martorini 6: in mischia chiusa la sua tecnica è ancora decisamente superiore a quella dei suoi avversari. I polmoni e la corsa sono quelli che sono.

Caserini 6: Sembra riposare sull’alloro. Un ottima percussione e poi poco altro. Speriamo che torni in forma.

Mucci 6: E’ stanco e si vede. Forse più nella testa che nel corpo. Anche questa volta gioca 80 minuti in prima linea con avversari più grossi di lui. Purtroppo oltre la mischia c’è di più.

Faina 7: Che dire… In 40 minuti fa quello che tanti altri giocatori non fanno in tre partite. Due mete ed un cartellino giallo. Soprattutto però contagia la linea dei ¾ con la sua fantasia.

Langellotti 6: Da il cambio a Michelino e lo fa bene. Ha ancora grossi limiti di aggressività che si dimostrano nei placcaggi.

Bassetti 6: La corsa non gli manca certamente; anche lui soffre di mancanza di aggressività e di cattiveria.

Brambilla 6: Deve ritrovare una forma dignitosa per togliersi ancora qualche soddisfazione. Ad oggi dovrebbe giocare solo in prima linea.

Magnoni 6: Felice dell’esordio, complimenti. Meno del terzo tempo, complimenti

Rescigno e Campanale s.v.: Per fortuna non c’è stato bisogno di farli giocare più di una manciata di minuti.

»crosslinked«

2 thoughts on “Finalmente! Il Cernusco torna alla vittoria a Velate

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi