ASD Rugby Cernusco vs Cus Genova Rugby

17 Mar 2024

Importantissimo il match oggi in scena al Castello. Clima primaverile e Genova che si presenta a Cernusco in cerca di rivalsa dopo la sconfitta dell’andata. Squadra di casa che cerca invece il sorpasso in classifica sui genovesi.

Il CE ci mette un po’ a carburare e sembra inizialmente subire la velocità del Genova che  si presenta pericolosamente diverse volte nei 22 di casa, fermato prima da uno spettacolare placcaggio all’ala di Peppe Campo e successivamente dalla pressione difensiva che costringe all’errore. Dopo una fase di stallo il CE prende in mano il pallino del gioco e si spinge nella metà campo genovese dove Green con un dentro fuori repentino inganna la difesa ospite e fermato poco prima della linea si allunga per il 5-0.

I grigio-amaranto sembrano essere galvanizzati dalla prima meta e si mostrano pericolosi dall’immediata rimessa in gioco del pallone, muovendo bene il pallone nei 22 e aprendo lo spazio per la cavalcata di Green il cui calcetto riporta il Cernusco sui 5 avversari.

La meta del raddoppio è targata Formichetti: da mischia i tre quarti bucano e si portano sotto i pali, il terza linea cernuschese raccoglie e segna. Green trasforma 12-0.

A segnare il primo tempo è poi l’infortunio di Simone Lupo Rocchio: la sua spalla decide  di non trovarsi a suo agio nella solita posizione e lo costringe ad abbandonare il campo in favore di Radice. Il Cernusco reagisce immediatamente: un calcio di punizione riporta nei 22, bella touche, azione partecipata della mischia che penetra più volte e attacca con una serie di pick and go, infine è Illario a segnare in mezzo ai pali. Trasformazione facile per Green e punteggio di 17-0.

La striscia positiva si interrompe a partire dal calcio d’inizio successivo. Un’incomprensione sulla ricezione regala la palla agli avversari, che approfittano recuperando e muovendo il pallone per poi concludere in meta dopo alcune fasi. È 17-7.

La conclusione del primo tempo è tutta grigio-amaranto, che prima arriva pericolosamente sui cinque avversari con un calcio veloce, ma poi pecca di eccessivo uso del gioco al piede nelle azioni successive e non riesce a concludere.

Nella ripresa è ancora il Cernusco a segnare per primo, ripartendo da una touche su metà campo e innescando il movimento dei trequarti che concludono con la cavalcata solitaria di Motta. Green trasforma per il 24-12.

Da questo momento le cose iniziano a cambiare. La difesa cernuschese inizia a perdere l’avanzamento e la correttezza con cui aveva bloccato le limitate incursioni bianco-rosse del primo tempo.  Genova segna una prima volta con il drive che parte da una touche sui 5 metri e punisce la scorrettezza degli uomini di casa. 24-12.

La meta subita sembra inizialmente essere solo un brutto episodio. I roadrunners pareggiano immediatamente i conti con una ripartenza di Motta che fa slalom tra i difensori avversari e segna la sua seconda meta dell’incontro. Green trasforma nuovamente per il 31-12.

Da ora è il Genova a fare la partita. Una prima meta arriva poco dopo a causa della leggerezza difensiva di Cernusco che non chiude adeguatamente i placcaggi, 31-19.

La squadra di casa non riesce più a mantenere la brillantezza offensiva del primo tempo e porta a casa un solo calcio piazzato di Green, tornando momentaneamente a doppio break: 34-19.

La distanza acquisita non è sufficiente. Genova segna prima sfruttando un errore dei trequarti in fase di impostazione e poi bucando la difesa amaranto all’ala, portandosi pericolosamente sul 34-33. Il colpo di grazia arriva da un calcio di punizione concesso sul finale. È 34-36.

Mancano gli ultimi 30 secondi per riuscire a recuperare un calcio corto e provare a impostare l’attacco spinti dal calore del pubblico, ma le speranze dei Cernuschesi si infrangono sul calcio di punizione in favore degli avversari.

Il caldo inaspettato e il duro terreno di gioco hanno complicato gli ultimi minuti dei padroni di casa, molti dei quali colpiti dai crampi. Sono stati però il calo di lucidità e determinazione, la mancanza di cinismo ed esperienza nella fase finale a decidere l’esito della partita. Cernusco ottiene solo 2 punti in classifica rispetto ai 5 che sembravano essere già in tasca. Si spera che l’amarezza rimasta in bocca serva da esperienza per un futuro di maggiore concretezza e competitività.

Formazione Buratti (sost. Manzoni M.), Dudi (sost. Rabotti), Mezzalira (sost. Mondini), Ticozzi, Campo, Monti J. (sost. Monti N.), Illario, Formichetti, Moioli (sost. Barletta), Rocchio (sost. Radice), Brioschi, Scioscia, Green, Di Pietro (sost. Manzoni T.), Motta.

Tabellino

PT 5-0 meta Green; 12-0 meta Formichetti (trasf. Green); 17-0 meta Illario; 17-7 meta Genova;

ST 24-12 meta Motta (trasf. Green); 24-12 meta Genova; 31-12 meta Motta (trasf. Green); 31-19 meta Genova; 34-19 c.p. Green; 34-26 meta Genova; 34-33 meta Genova; 36-34 c.p. Genova.

ASD Rugby Cernusco vs Rugby Rho

ASD Rugby Cernusco vs Rugby Rho

Dopo due anni, Rho torna a presentarsi al Castello, qui Cernusco attende, in cerca della vittoria più importante, quella che potrebbe assicurare la salvezza ai padroni di casa e riaprire una rivalità che da alcuni anni a questa parte ha sempre visto Rho dominare. La...

UISP: Asr Milano – Rugby Cernusco 10 – 21

UISP: Asr Milano – Rugby Cernusco 10 – 21

Siamo a Gardaland o al Curioni? Questa è la domanda che la squadra UISP si pone appena arriva al campo, da una parte ci si aspetta il Magic Mountain e invece c'è la Bislunga, al posto del campo invece troviamo il Colorado Boat, e si parte! I ragazzi di Coach Occelli...

Rugby Lecco vs ASD Rugby Cernusco

Rugby Lecco vs ASD Rugby Cernusco

Partita complicata per Cernusco che si appresta a giocare con Lecco, seconda in classifica, fuori casa. Dopo la buona prestazione contro Recco i road runners ricercano continuità e punti su uno dei campi più difficili, contro una delle squadre più forti e nelle...