Coyotes vs Babbions – La cinghialata per Librino

14 Feb 2018

Piove, Ë un venerdÏ uggioso di febbraio, a seguito di una decina di deprimenti giornate di pioggia e nebbia padane. Sembra un paradosso dal momento che líiniziativa parla di fuoco e di Sicilia: la club house (santuario laico del rugbista) dei Briganti di Librino, nel catanese, Ë stata incendiata dalla mafia! Sar‡ per questo che nonostante il meteo, nonostante il peso della settimana lavorativa, nonostante le lamentele delle mogli, un manipolo di vecchi rugbisti, che per †pudore si fanno chiamare old, agli antipodi di Milano si sono dati appuntamento per raccoglie fondi a sostegno dei loro fratelli siciliani con una partita nel campo Sette Aceri di di Settimo Milanese.

I Coyotes di Cernusco sul Naviglio arrivano alla spicciolata dopo un viaggio apocalittico tra il traffico dellíinizio week-end delle tangenziali e il meteo impazzito di questo terzo millennio (sereno, pioggia e grandine si sono alternanti nello spazio di poche decine di chilometri). Ad attenderli i Babbyons di Settimo Milanese, fieri di una preparazione della serata meticolosa preceduta da una fantomatica caccia al cinghiale.

I cernuschesi sono contati, complice il calendario e gli acciacchi dellíet‡ che, sempre per pudore, chiameremo infortuni. Nei Babbyons, soprattutto tra gli avanti, prevale la moda barbuta forse volta ad incutere timore nellíavversario.

Abbandonati i cateteri negli spogliatoi le due compagini vengono convocate dallíarbitro: nel mondo della palla ovale, soprattutto tra gli old, esistono regole scritte, altre tramandate ed altre ancora completamente da inventare. Si decide cosÏ di cominciare con due tempi da 15` per poi proseguire ad oltranza fino a che la morte non sopraggiunga o, pi˘ semplicemente, non prevalga líappetito. Ad attendere atleti, accompagnatori, famigliari e i molti sostenitori al seguito (per chi ci vuole credere) ci sono delle pappardelle al cinghiale, che non poco peso hanno avuto nella riuscita dellíevento.

La partita inizia con i Coyotes in attacco pronti a sparare le poche cartucce al seguito, per niente intimoriti dai Babbyons barbuti. Il primo tempo trascorre quasi tutto nella met‡ campo dei padroni di casa, che perÚ oppongo un argine impermeabile agli assalti degli ospiti.

In effetti a prevalere sono le difese; a fatica i tre quarti riescono a penetrare la †linea avversaria e i pochi metri in avanzamento, dallíuna e dallíaltra parte, sono conquistati con estenuanti pick and go: sembra di assistere a ìFrancia-Irlandaî del corrente 6 Nazioni, con le dovute proporzioni e vista alla moviola.

Basta perÚ una piccola disattenzione, un placcaggio mancato o un buco nella maglia della difesa dei Coyotes che i Babbyons riescono, con una lunga cavalcata e per †ben due volte, a schiacciare in meta. Solo verso la fine della partita líonore degli ospiti viene salvato da uníazione altrettanto estemporanea del loro centro Cipa che ferma il risultato sulle due mete ad uno per i padroni di casa.

Si Ë giocato per circa uníora, cosa che ha del miracoloso alla luce dei secoli anagrafici presenti in campo. Migliore in campo líarbitro Roberto: imparziale, anche nelle sviste, comprensivo nel far rifiatare líospizio, fondamentale come sempre in questo sport.

A questo punto la diffida si sposta nella splendida club house dei Babbyons (architettonicamente una sorta di grande casa nella prateria) †a colpi di piatti di tagliatelle al sugo di cinghiale (pare cacciato a mani nude dagli stessi barbudos). I Coyotes vorrebbero mettere in difficolt‡ i padroni di casa con continue richieste di bis (sembra che nessuno ne abbia mangiato meno di tre piatti colmi) a cui i padroni di casa rispondono egregiamente con incessanti sfornate di teglie. Anche su questo terreno gli ospiti sono battuti: pare addirittura che qualche cernuschese abbia di nascosto imbastito una schiscetta pur di non darsi per vinto.

Maestro di cerimonie della serata il mitico Abo (il babbions che in campo ha vestito la nostra casacca per pi˘ tempo nel corso della partita) ed †insuperabile organizzatore di eventi, purchÈ attinenti al rugby o al cibo, meglio se ad entrambi. Dopo aver perorato e appioppato le varie onorificenze del match (un esempio per tutte la MdM ovvero ìmani di merdaî al giocatore che ha lisciato pi˘ palloni) ha dato il via ai riti di accoppiamento tipici di questa specie (il rugbista), che, a quanto pare, riescono ancora a strappare un sorriso, seppur di compatimento, alle donzelle.

I risultati della serata non potevano essere migliori: nessuno si Ë fatto male, nonostante sia stata partita vera, Ë stata raccolta una somma considerevole per la ricostruzione della club house dei Briganti, divertimento a catinelle (come peraltro la pioggia) e mal di schiena assicurato il giorno dopoÖma soprattutto un avvertimento: mai mettersi contro a chi Ë abituato ad andare avanti, sempre avanti nonostante tutto: FORZA BRIGANTI!

Un ringraziamento particolare a Roberto, arbitro occasionale ma competente, ai bravissimi cuochi, a chi ha sistemato gli spogliatoi e a tutta líimpeccabile organizzazione dei Babbyons.

Olmo.

Asd Rugby Cernusco vs Pro Recco Rugby

Asd Rugby Cernusco vs Pro Recco Rugby

Castello inagibile e partita che rischia di essere rimandata, vengono in soccorso gli amici del rugby Lainate che mettono a disposizione le loro strutture ed è proprio qui che va in scena il match tra Cernusco e Recco. Una partita di andata giocata sul filo del rasoio...

CUS Milano Rugby vs ASD Rugby Cernusco

CUS Milano Rugby vs ASD Rugby Cernusco

Domenica pomeriggio al Giuriati per i road runners che devono cercare a tutti costi la vittoria contro il Cus, una squadra giovane, con caratteristiche molto simili a quelle dei cernuschesi e che abbiamo imparato a conoscere in questi due anni. Oggi una vittoria...

Rugby Piacenza vs ASD Rugby Cernusco

Rugby Piacenza vs ASD Rugby Cernusco

Chiamare difficile la sfida di questa domenica è forse un eufemismo, Cernusco affronta in trasferta i padroni indiscussi della classifica: Piacenza. La formazione di casa, ancora imbattuta dopo le prime 12 partite, occupa ormai da tempo il primo posto; oggi l’impresa...