ARCHIVIOGIOVANILIUNDER 18u18: CUS Milano – CE

5 febbraio 2019

Se chi scrive avesse anche solo un briciolo di serietà, il titolo di questo articolo dovrebbe essere: “Un arbitraggio discutibile rovina la finale del campionato del mondo di in-avanti”.

Perché diciamolo: a pensarci bene, questo è quello che è successo. O no?

Studiando il terreno di gioco, capiamo subito che la partita sarà una di quelle ad elevato tasso di ignoranza: fango, freddo e campo ai limiti dell’impraticabilità.

Molti temono il rinvio e tra il pubblico, accorso numeroso a sostenere i nostri ragazzi, serpeggia un malcelato nervosismo.
Per fortuna interviene il nostro Direttore Sportivo a rasserenare gli animi: uscito di casa per fare la spesa, si presenta al campo con due voluminosi sacchetti del supermercato e numerosi punti fragola che distribuisce tra gli astanti rincuorando con le parole “la partita si farà, la partita si farà”.
Con animo tranquillo ci accingiamo ad aspettare il calcio d’inizio che arriva puntualmente alle undici, dando piena ragione al DS.
Nel fango si lotta per guadagnare ogni singolo centimetro.

A pochi istanti dall’avvio la palla è più scivolosa di una saponetta unta e gli atleti di entrambe le squadre hanno la stessa stabilità di trenta papere su uno stagno ghiacciato coperto di strutto.
Dopo una fase di stallo che pare infinita, caratterizzata da tantissimi in-avanti, Livi riesce a sbloccare il risultato che, grazie alla trasformazione di Daniel, ci porta sullo 0 a 7.
La nostra mischia è una vera sicurezza ed in una giornata con così tanti in-avanti questo ci da sicuramente una marcia in più sugli avversari.
Purtroppo soffriamo un po’ in touche. Alcune assenze hanno costretto Michele a rivedere il pacchetto di mischia e nei lanci in rimessa sembra che manchi qualche automatismo.

I ragazzi continuano comunque a lavorare durissimo e schierano una difesa davvero impenetrabile. Il CUS fatica a guadagnare metri ed i nostri riescono ad approfittare di questa difficoltà lanciando in meta Barney che con una corsa solitaria schiaccia la palla nel fango.
Il pubblico esulta, ma l’arbitro, con una decisione che lascia tutti perplessi, decreta il doppio movimento e non concede la meta.
Dopo una nuova lunghissima fase di stallo, il primo tempo di chiude sullo 0 a 7.
È sempre Barney a sbloccare il tabellone nella ripresa, con una splendida meta in mezzo ai pali che Daniel non manca di trasformare: 0 a 14.
Il CUS dà evidenti (e comprensibili) segni di cedimento: sul piano fisico il terreno pesante richiede uno sforzo sovrumano anche solo per non cadere o perdere il pallone; sul piano mentale alcune delle decisioni prese dal direttore di gara lasciano a dir poco perplessi i giocatori e non consentono di portare avanti l’incontro con la necessaria serenità.
Alla meta di Barney ne seguono una di Daniel ed una di Jaki.
Il punteggio è di 0 a 26 ed il CE ormai dilaga su un CUS provato e demotivato.

Le azioni sono confuse, i giocatori scivolano, e le indicazioni dell’arbitro non fanno molto per chiarire la situazione a chi osserva dagli spalti. Alcune indecisioni e ripensamenti del direttore di gara portano a livelli altissimi il nervosismo tra i ragazzi.

Gli in-avanti continuano a susseguirsi con ritmo serrato. Il pubblico rumoreggia. Il Direttore Sportivo sgranocchia nervosamente un sofficino ancora surgelato. Cerchiamo un commento a caldo:

“Diesse come la vedi? La portiamo a casa?”
“Se facciamo più punti di loro possiamo vincere, ma se loro iniziano a segnare una meta dietro l’altra rischiano di fare più punti di noi, e allora…”
“Chiarissimo, grazie!”
“Prego. Sofficino?”

Declinato l’invito, torniamo a concentrarci sull’incontro per scoprire che mancano ormai pochi minuti e che il punteggio si è portato sullo 0 a 36. I giocatori sono ormai irriconoscibili. Le maglie sono tutte color fango ed i numeri risultano illeggibili. O almeno questa è la sola spiegazione che ci possiamo dare dagli spalti per giustificare alcune delle decisioni prese dall’arbitro.

Nei momenti di più buio sconforto ci rivolgiamo al DS che, coi sacchetti della spesa sempre saldamente in mano, risponde alle nostre domande elargendo pillole di rugbystica saggezza:

“DS, quanto manca alla fine?”
“Poco”
“DS, ma si giocano 35 o 40 minuti per tempo?”
“Si”
“DS,hai visto quando è iniziato il secondo tempo?”
“Certo”

Ad un cenno impercettibile del DS, l’arbitro china il capo in gesto di deferenza e fischia la fine.

Ci portiamo sotto la doccia una nuova grande prova di determinazione e grinta, in una giornata difficile sia dal punto di vista metereologico che sportivo.

Giò viene eletto man of the match, per la grinta con cui, dalla terza linea, ha placcato tutto quello che si muoveva.
Adesso ci aspetta un po’ di riposo, che speriamo serva a recuperare alcuni degli infortunati ed a presentarsi ai prossimi incontri con una panchina un po’ più lunga di quella attuale.

Alla prossima partita e, nel frattempo, Forza CE!

I NOSTRI SPONSOR

https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2017/12/Cheers-Pub-Milano-e1475760273392.jpg?fit=150%2C122
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2017/12/nuovo-logo_termostampi1-e1475760252771.png?fit=150%2C124
https://i0.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2017/12/mobilissimo.jpg?fit=150%2C150
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/soup.jpg?fit=160%2C160
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/SFA.png?fit=271%2C88
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/LANODICA.jpg?fit=160%2C34
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/GPONE.png?fit=225%2C150
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/MCV.jpg?fit=160%2C87
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/Vanity-dog.jpg?fit=160%2C160
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/prime-alture.jpg?fit=160%2C160

IOCECREDO

QUARANTANNI fa’ siamo nati, , OGGI siamo qui e DOMANI saremo sempre CE!!

NEWSLETTER

Email Addres

Please select all the ways you would like to hear from Rugby CE:

You can unsubscribe at any time by clicking the link in the footer of our emails. For information about our privacy practices, please visit our website.

We use MailChimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to MailChimp for processing. Learn more about MailChimp’s privacy practices here.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi