ARCHIVIOGIOVANILIUNDER 18Under18: CE 58 – 24 Verbania

11 dicembre 2018

“Quindi mi stai dicendo che hai tenuto le statistiche di tutti i punti segnati fino ad oggi?”

Mauro mi guarda con gli occhi vispi di chi aspettava questa domanda da tre mesi.

“Certo, se vuoi te le giro per l’articolo!”

“Ma, guarda, volentieri Mauro, anche se io non sono molto uno da statistiche…”

“…per esempio: quasi tutti i nostri sono andati in meta da inizio campionato, Barney è quello che ha segnato di più e Daniel quello che ha fatto più trasformazioni”

“No capisco, ma non vedo come…”

“…poi ovviamente c’è da considerare la percentuale di conversione delle punizioni che, opportunamente corretta per lo scarto quadratico medio…”

“Grazie davvero Mauro, ma credo che mi stia sanguinando il naso per lo sforzo di seguirti, quindi davvero…”

“…ci permette di simulare in un grafico quello che avremmo potuto ottenere se tutti i giocatori fossero stati mancini e avessero giocato con numeri di maglia dispari o comunque superiori al cubo della loro età diviso 5, però tranquillo ti mando tutto in un messaggino così te lo leggi con calma.”

Il dopo-partita regala sempre momenti magici, soprattutto quando noi genitori veniamo galvanizzati da prestazioni come quella di oggi.

Sulla carta il Verbania è una squadra esattamente al nostro livello. Pochi punti di differenza in classifica confermano una sostanziale parità tra le due compagini. Ma il campo, come spesso accade, racconta una storia diversa.

Al calcio d’inizio i nostri sembrano un po’ frastornati e poco in partita, ma è una sensazione che dura poco più di un minuto: tanto ci vuole a Barney per segnare la prima meta dopo una galoppata solitaria. E grazie alla trasformazione di Daniel, il tabellone si porta subito sul 7 a 0, per la gioia degli statistici.

Il Verbania mette in campo una bella reazione, giocando un rugby estremamente fisico ma sempre corretto. In poco tempo i nostri avversari recuperano metri, segnano una prima meta e poi una seconda e dopo venti minuti di gioco siamo 10 a 10.

I nostri ragazzi capiscono di aver sprecato tutto il vantaggio iniziale ed aumentano i giri e cercano di mandare in affanno il Verbania puntando su tre capisaldi: touche, mischia chiusa e gioco alla mano. I primi due ci permettono di mantenere o conquistare il possesso di palla, mentre i terzo ci assicura guadagno territoriale e punti pesanti.

Allo scadere del primo tempo il punteggio è di 25 a 10, grazie ad altre tre mete (Barney, Daniel e Boga). Nella fila grigio-amaranto che torna verso la panchina spicca la figura di Marcone che zoppica vistosamente.

“Cacchio Marcone si è fatto male!”

“Speriamo che riesca a rientrare nel secondo tempo!”

“Tranquilli che con la voglia di giocare che ha per farlo restare fuori la gamba gliela devono amputare”

Detto fatto: al fischio della ripresa, Marcone si schiera coi suoi compagni, agguerrito, determinato, assetato di punti e zoppo.

La partenza è bruciante, con una meta di Gunther che arriva quando il fischio di avvio non ha ancora finito di risuonarmi nelle orecchie (o forse è l’acufene di cui soffro per tutti gli scapaccioni presi quando non studiavo, ma non divaghiamo…) a cui ne segue subito un’altra di Filo in mezzo ai pali: 39 a 10.

Il Verbania si ancora ad un gioco fatto di molti punti di incontro e in questo modo riesce a fiaccare la nostra difesa ed accorciare le distanze, portandosi sul 39 a 24.

Da questo momento il punteggio diventa un monologo del CE. I nostri ragazzi difendono seppure in inferiorità numerica (prendiamo un giallo per falli ripetuti) e segnano altre tre mete stupende. Spettacolare quella di Gunther che intercetta, calcia per se stesso, raccoglie in corsa la palla e si tuffa in mezzo ai pali.

Al fischio finale (non è l’acufene, la partita è proprio finita) Marcone si guadagna il titolo di migliore in campo, oltre che per l’apporto fondamentale e il contributo dato in partita, anche per il coraggio e la determinazione con cui è tornato a schierarsi nel secondo tempo.

Bravi tutti, come sempre. Saranno poi le statistiche di Mauro a determinare chi ha corso più metri, segnato più punti o placcato più avversari.

A noi a bordo campo basta aver assistito ad una bella partita.

Forza CE!

I NOSTRI SPONSOR

https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2017/12/Cheers-Pub-Milano-e1475760273392.jpg?fit=150%2C122
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2017/12/nuovo-logo_termostampi1-e1475760252771.png?fit=150%2C124
https://i0.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2017/12/mobilissimo.jpg?fit=150%2C150
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/soup.jpg?fit=160%2C160
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/SFA.png?fit=271%2C88
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/LANODICA.jpg?fit=160%2C34
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/GPONE.png?fit=225%2C150
https://i1.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/MCV.jpg?fit=160%2C87
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/Vanity-dog.jpg?fit=160%2C160
https://i2.wp.com/lnx.rugbycernusco.it/wp-content/uploads/2018/08/prime-alture.jpg?fit=160%2C160

IOCECREDO

QUARANTANNI fa’ siamo nati, , OGGI siamo qui e DOMANI saremo sempre CE!!

NEWSLETTER

Email Addres

Please select all the ways you would like to hear from Rugby CE:

You can unsubscribe at any time by clicking the link in the footer of our emails. For information about our privacy practices, please visit our website.

We use MailChimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to MailChimp for processing. Learn more about MailChimp’s privacy practices here.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi