home GIOVANILI, UNDER 10 U10 : Rugby per tutti. Come un problema diventa un’opportunità.

U10 : Rugby per tutti. Come un problema diventa un’opportunità.

Che bella questa iniziativa chiamata Rugby per tutti. La FIR ha tirato fuori dal suo cilindro magico un modo per far giocare i neofiti in tornei dedicati a loro: 4 o 5 società, ognuna porta una squadra per ogni under10 e under 12, ma solo con giocatori iscritti quest’anno.

Bello, diciamo noi. E così si coinvolgono i genitori dei nuovi ragazzi. Si spiega loro cosa significa, mille domande, entusiasmo per alcuni, incredulità per altri e la macchina organizzativa che si avvia. La mitica conta dei presenti e un nuovo accompagnatore assunto e inserito nelle fila dei ben rodati under10. Povero Luca. Non sai cosa ti aspetta. Già, proprio non lo sai….

Primo appuntamento Rovato. Campo conosciuto da tutti i “veterani” della under10, ma sconosciuto per i nuovi. Appuntamento al campo alle 9.00. Precisi e puntali come non mai i nostri sono tutti presenti alle 9.00 sul campo…vuoto… Non c’è nessuno. Nessun’altra società. Nessuno del Rovato.

Si avvicina un responsabile del Rovato, sbucato fuori da qualche anfratto del magazzino, e comunica all’incredulo Luca: “ma il torneo è stato annullato”. Per mancanza di adesioni, dice. Il povero Luca, alla sua prima esperienza da accompagnatore, comincia a telefonare. Ma tutti gli dicono che la mail di disdetta non è mai arrivata. Non ha importanza. 11 atleti in erba con i genitori al seguito sono lì, ad aspettare.

Quelli del Rovato dicono: “ma perché non andate ad Ospitaletto. C’è un regionale. Le nostre under stanno giocando lì”. Ma che squadre giocano? Ospitaletto, Mantova e Rovato. E non sono le squadre neofite. Chiunque avrebbe detto “No, dai, troppo forti per i nostri cuccioli”. Ma a guidare i nostri atleti c’è Tonga, che senza pensarci un microsecondo dice: “Andiamo!”.

In cinque minuti arrivano al campo di Ospitaletto, il tempo di appoggiare le borse in spogliatoio e sono subito sui campi. Un piccolo atleta chiede a Tonga: “ma questi sono al primo anno come noi?”. E Tonga risponde: “Non farti troppe domande. Siamo qui per giocare a Rugby”. Tonga insegna l’ignoranza!

Gli atleti sono tutti contenti, elettrizzati dalla novità e dal cambio di programma. Si ritrovano in un torneo con squadre che non conoscono (beata ignoranza), senza i loro compagni “vecchi” che li sostengono e li aiutano. Ma sono tutti felici, hanno l’aria di chi si diverte per la scampagnata.

Chiamo Luca al telefono, io un po’ in ansia. “Ciao Sindaco, qui si stanno divertendo un casino!”. E mi dice che non stanno neanche facendo una brutta figura. Sono scesi in campo concentrati, agguerriti e per svolgere il compito per cui si sono svegliati alle 7 questa mattina: giocare a rugby. E lo hanno fatto, divertendosi. Con quella passione che i nostri educatori sono riusciti in questi mesi a trasmettergli. Nessuno di loro si è rifiutato di giocare. Nessuno di loro si è lamentato perché in squadra non aveva l’amichetto forte. Nessuno di loro ha abbandonato i propri compagni di squadra per capricci da primadonna.

I risultati non contano. Qualche meta fatta, un pareggio (e scusate se è poco, con queste squadre!), molte mete subite. Ma quello che ha dominato su tutto è la loro inconsapevolezza di aver fatto parte di un piccolo pezzo di storia del Rugby Cernusco. “Come quella volta che a Rovato non c’era nessuno o poi siamo finiti a giocare col Mantova…” ricorderanno tra qualche anno.

Grazie ragazzi. Ci avete dato una bella lezione. Agli allenatori avete insegnato che quello che vi trasmettono non è sbagliato. Ai vostri genitori avete insegnato che il rugby non è quello della televisione, dei terzi tempi e delle Haka. A molti di noi avete ricordato cos’è il rugby.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi