home ARCHIVIO, Seniores Femminile Prime soddisfazioni per le Papere

Prime soddisfazioni per le Papere

Va in cassaforte il secondo impegno ufficiale di Coppa Italia per le Papere. Domenica mattina, sul nuovissimo terreno di gioco del “Pagani” di Rovato, la squadra di coach Pescari ha disputato un concentramento discreto, tra notevoli passi avanti nella fase offensiva, più efficace grazie a una mischia possente e a inserimenti decisi tra le maglie avversarie, e tra vecchie “gatte da pelare” in difesa. In più occasioni, infatti, la squadra è apparsa fragile nel placcaggio e poco cattiva nel stroncare le ripartenze avversarie, micidiali quando si affrontano squadre molto veloci sulle brevi distanze e abili ad aprire con rapidità il gioco sulle fasce laterali.

La giornata si è aperta con un brutto “cappotto” per le nostre ragazze: un 6-0, quello inflitto da Parabiago, frutto di disattenzioni difensive, palle perse in ruck e di una disposizione difensiva non efficace soprattutto sugli esterni.

Ma le Papere hanno carattere, sanno soffrire e lottare, e allora ecco che come un fulmine a ciel sereno, rientrano in campo e rifilano ben 4 mete a Varese subendone appena 2, al termine di un incontro sofferto e sudato. Una vittoria, dunque, dal sapore particolare, i cui meriti vanno, in particolare, a una mischia quanto mai efficace e alle splendide giocate della numero 9 Arianna.

Sull’onda dell’entusiasmo, le Papere hanno poi sfiorato il colpaccio contro le padrone di casa, cedendo solo alla sfortuna e alle decisioni arbitrali (corrette): sotto di 2 mete al termine della prima frazione, le nostre ragazze si sono gettate all’assalto dei ventidue avversari, penetrando fino ai cinque metri, trovando la meta del 1-2. Gli attacchi si sono susseguiti agguerriti ma senza successo, e dopo una meta annullata, è arrivato il triplice fischio che ha chiuso la gara sul +1 per Rovato.

Il 4-1, rimediato nell’ultima sconfitta contro il Cus Pavia, non rende onore a una squadra combattiva e tenace, che ha saputo reagire alle difficoltà sfruttando finalmente il proprio potenziale.

Bisogna perseguire la strada del lavoro e del sudore, ma i progressi fatti in un solo mese di allenamento sono davvero notevoli e fanno sperare per il proseguo della Coppa Italia.

CiaoAmore

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi