home ARCHIVIO, UNDER 10, UNDER 12, UNDER 6, UNDER 8 torneo minirugby Bottacin – Padova

torneo minirugby Bottacin – Padova

Under 6 (Roberto, Educatore)

Partiamo per il Torneo Bottacin di Padova alle 5,15 del primo maggio.
Sul pulmann i più svegli sono certamente i bambini, mentre si possono riscontrare fra i genitori e gli allenatori crolli dovuti al sonno. L’arrivo a Padova porta con se il solito senso di invidia di ogni volta che si raggiungono le “capitali” del rugby. Magnifici campi in erba in spazi grandissimi.La locandina  recita “Non si vince per caso”e qui ci si sente un pò fuori luogo visto che continuiamo a ripetere ai bambini di divertirsi innanzitutto.
I nostri under 6 sono,però,immediatamente a loro agio fin dall’alza bandiera, qualcuno accenna anche a cantare l’inno nazionale.
Raggiungiamo i campi, francamente tracciati in modo un pò approsimativo e via con la prima partita con una squadra di Padova. Non si può fare a meno di notare la taglia, diciamo così, over size dei nostri avversari, nonostante questo assistiamo a una grande prova degli under 6 che non arretrano davanti a nulla e,se proprio non riescono da soli, ci si mettono in due a placcare i padovani. Lo stesso nella seconda combattutissima partita. Fra le due gare è gratificante vedere i nostri bambini ridere, correre con la palla,fare mille placcaggi, sembra,sul serio, che del risultato non gli importi nulla.
A questo punto l’organizzazione prevede che tutti i piccoli atleti si mischino e compongano squadre vestite con belle magliette multicolori. Iniziativa molto interessante anche se costa qualche lacrima a chi rimane solo senza nemmeno un compagno e dunque senza punti di riferimento.
Fortunatamente ogni sconforto viene superato dalla pasta del terzo tempo e dalle corse a perdifiato  intorno al gazebo del Cernusco. Non rimane che osservare che le nostre trasferte hanno sempre il sapore della scampagnata fatta un pò così, a caso.

Under 8 (Salvatore, accompagnatore)

Prima volta in terra padovana, ospiti del 34° Trofeo Bottacin.
Organizzazione capillare, struttura logistica di primissima qualità e soprattutto presenza di realtà rugbistiche di assoluto valore. In tutto questo scenario, tra bimbi disciplinarmente inquadrati e concentrati, tra coachs energumeni pronti a urlare ai propri ragazzi, direttive e schemi come se fossero al 6 nazioni, spuntano dalle retrovie con leggerezza e strafottenza quelle simpatiche canaglie dell’under 8 Cernusco.
Occhi vispi e brillanti che  non fanno trasparire, nemmeno per un attimo, il fatto di avere alle spalle una manciata di ore di sonno.
Questo gruppo, assolutamente unico ed ineguagliabile, quando meno te lo aspetti sfodera una delle prestazioni più esaltanti ed agguerrite contro avversari di assoluto valore e rispetto.
Grinta, sostegno, difesa e mete mozzafiato hanno caratterizzato le gare di questi mini atleti.
Se non ci fosse stata qualche svista, probabilmente l’under 8 si sarebbe piazzata tranquillamente tra le prime dieci del Torneo, ma la forza del gruppo e l’assoluta coesione sono state le indiscusse protagoniste di questi straordinari bimbi.
La prima gara contro Benetton Treviso B, probabilmente è stata la migliore prestazione di tutta la stagione del Rugby Cernusco under 8. Avversario tostissimo che praticamente non si è mai avvicinato nella nostra area di meta. Una gara così perfetta che sembrava studiata a tavolino la settimana prima. Il proseguo del torneo è stato poi scandito da qualche pausa con picchi di vero rugby, ma il risultato è stato assolutamente fantastico. Queste simpatiche canaglie sono “destinate” a regalare momenti di pura felicità e soddisfazione a coachs, accompagnatori e genitori. Al termine dell’ultima gara, la meritata standing ovation sotto lo sguardo e gli applausi scroscianti del “Gruppo genitori pittoreschi gioiosi” che torneranno a casa con diagnosi di afonia acuta.
E ora…arriva il bello…..le pagelle del Corriere!

AVANZI: Costante ed affidabile, contrasta senza mai perdere colpi. SCUDO!
CANTERINO: In continua evoluzione. La forza motrice delle mischie: LOCOMOTIVA!
DE PAOLI: In questo torneo è stato il capitano. Elegante nelle uscite, vellutato e un pizzico di  imprevedibilità a tal punto da spiazzare spesso l’avversario: l’ARTISTA!
LADIANA: Sfrutta le proprie capacità in pieno. Corsa e velocità per realizzare: LA GAZZELLA!
LOCATELLI: Coraggioso e tenace, non molla mai la presa. Sul placcaggio è ciclopico: GUERRIERO!
LOPEZ: Vivace ma mai fuori dal gioco, sempre sgusciante: la TROTTOLA!
MARINONI: Sempre pronto alla chiamata. Scatto e velocità con riflessi fantastici: la MOLLA!
POLI: Punto di riferimento nelle ripartenze. Agonismo e forza trainante, fino ad arrivare a schiacciare l’ovale in maniera esplosiva: BOMBA!
RIBONI: Presente e sempre pronto. Rugbista molto british: BARONETTO!
SESSA: Difesa, concentrazione, sostegno puntuale. Sempre affidabile e pulizia nei passaggi: l’AVENGER!
TODISCO: Guai a lasciargli spazi liberi. Pronto a partire come un cavallo indomabile: FURIA!
VEGETTI: Costantemente in mischia ed un placcaggio memorabile. Per l’avversario, sempre pungente e fastidiosa come una ZANZARA!
COACH VASCO: punto di riferimento dei bimbi. Riesce con equilibrio a far coesistere l’aspetto giocoso e goliardico con l’autorevolezza di chi conduce. Emblematica la scena vista al fischio finale della prima partita, vinta con il temibile Benetton Treviso: tutti i bambini corrono come tarantolati a sommergere di abbracci il loro coach, sprizzando felicità e frenesia per una gioia incontenibile. Davvero commovente. GLADIATORE!
COACH ANNA: Impossibile pensare a questa under 8 senza la sua presenza. Il vero elemento catalizzatore che garantisce l’equilibrio di questo straordinario gruppo: UNICA!
Under 10 (Gianni, accompagnatore)

Ed eccoci a Padova, per la prima volta ospiti del Petrarca rugby al trofeo Bottacin.
Organizzazione esemplare, campi perfetti e, per la prima volta, l’emozione per i ns ragazzi di cantare l’inno di Mameli.
Iniziamo contro le Provincie dell’Ovest, compagine che raccoglie parecchie squadre liguri. Avversari mai incontrati e battuti senza troppi patemi dai nostri ragazzi. Proseguiamo con Vittorio Veneto, con i quali andiamo avanti di 3 mete…distrazioni e deconcentrazione fanno si che loro segnino 2 mete, ma la portiamo a casa. Petrarca è la terza partita, dura, ma ci imponiamo 2 a 0 grazie alla forza del gruppo.
La sfida per la testa del girone ci vede opposti ai Romani della Capitolina. Tosti e pesanti nei modi, gioco durissimo. Teniamo testa alla loro fisicità, fino a quando Gianluca lanciato in meta viene recuperato con un intevento non corretto. Da li’ ripartono con un azione fallosa che lascia a terra Tommy preso da dietro e schiacciato. Medici in campo, confusione, un fallo per loro che non si capisce da cosa sia causato, dormita nostra e meta loro a tempo scaduto. Sullo zero a zero saremmo passati noi.
Secondo posto tra mille rammarichi. I ragazzi si deconcentrano, sono delusi e, prima del pranzo, nel girone con Cus Torino e San Donà non giocano bene e perdono pur essendo andati in vantaggio.
La deconcentrazione porta a pensare che ancora tanto c’è da fare, anche se l’età è dalla loro parte.
Pausa pranzo per i ragazzi e i genitori…gazebo ottimamente fornito (complimenti) e i nostri ragazzi che girano intorno sempre con un a palla ovale in mano.
Torniamo in campo sfidando ASR e magicamente tutti ritrovano la concentrazione. Un derby per noi.
Ottima prestazione, andiamo in vantaggio e subiamo la loro rimonta che se non fosse per un bel placcaggio di Franco (a proposito SISSA ne ha fatto uno spettacolare, ricevendo applausi da tutta la tribuna.) parleremo di sconfitta.
In conclusione un pochino di egoismo e il voler fare tutto da soli ci contraddistinguono sempre.
Torneo adatto ai grandi della squadra, tutti con voglia e passione. I piccoli si sono visti a tratti ma impareranno e cresceranno.
Grande esperienza per tutti..ora  il Topolino.

Under 12 (Willy, accompagnatore)

34° Trofeo Botacin di Padova …..torneo di livello squadre di livello, forse troppo alto per la nostra compagine che , appannata dalla sveglia troppo mattutina , stanca per le tre ore di pulman o demotivata per non si sa quale motivo , entra in campo con la voglia di giocare pari a quella di fare una verifica di grammatica a scuola.
Il primo match è con gli Orsi delle provincie dell’Ovest, i nostri non riescono a superare la metà campo, non riescono a organizzare una giocata, riescono solo a contenere gli attacchi nemici, ma alla fine cedono e regalano la partita agli Orsi che vincono per 2 a 0.
Il secondo match è con  il fortissimo Mogliamo, qui i cernuschesi oltre che non superare la metà campo,non riescono neanche a contenere le giocate avversarie e chiudono con un umiliante 6 a 0.
Terzo e ultimo match del girone, e con i padroni di casa del Petrarca Padova, qui il livello è simile al nostro, infatti il Ce sembra cambiato , impone il proprio gioco, ci prova , ci riesce e si aggiudica la vittoria con un sofferto 3 a 2. Sono i soliti Roby, Dario e Capitan Sean a segnare.
Si gioca ora l’accesso alle finali, si gioca con il Vittorio Veneto, si vince,ma non si convince, a segnare sono il
ritrovato Pittbull Thomas e ancora Capitan Sean che con una doppietta chiude il match sul 3 a 1.
Il match successivo è con l’Amatori Parma, il match è abbastanza equilibrato ma alla fine hanno la meglio i Parmensi che chiudono sul 2 a 0.
Si gioca dopo circa  2 ore di pausa l’ultima partita  per il 19° – 20° posto.
Come al solito le pause lunghe per i nostri ragazzi , sono deleterie, perdono voglia e concentrazione e infatti entrano in campo svogliati e straniti , forse anche per le scelte un po’ originali da parte dei coaches.
Il match non ingrana , gli avversari Bresciani sono duri e spietati, non perdonano niente, ma soprattutto hanno voglia di giocare, e infatti si aggiudicano meritatamente la vittoria chiudendo con un pesante 7 a 2.
Non è stata una brutta giornata , ma forse un po’  più di livello da parte di tutti, non avrebbe guastato.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi