home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Cernusco non dimentica come vincere: Asr Milano – Rugby Cernusco 0 – 41

Cernusco non dimentica come vincere: Asr Milano – Rugby Cernusco 0 – 41

Un Cernusco in salute che sfrutta al massimo la spinta della sua mischia e che a Milano conquista la prima vittoria del girone di ritorno. Buone notizie per coach Gazzoni e per Zapparoli, vice d’eccezione per l’occasione, nella trasferta insidiosa del Crespi.
I milanesi fermi da sette settimane vogliono partire forte ma il Cernusco è determinato e fa perno sui suoi avanti per conquistare palloni su palloni. La reazione di Milano è veemente ma Coropcean e Marinelli con le incursioni da Sironi e di Rescigno piano piano ammorbiscono le linee avversario trafitte al cuore da giocate di squadra.
Cernusco segna, va avanti grazie al grande contributo di Caserini e della sua prima linea e con la palla tra le mani gioca a fare un rugby brioso ma a discapito di quanto prodotto le mete faticano ad arrivare. Nonostante l’impatto infatti al momento di chiudere i conti qualche errore di troppo prolunga l’attesa per il bonus che sotto i baffi del generale si concretizza nel finale di tempo chiuso sul 24-0 con le mete di Coropcean, Rescigno, Chiesa e Accurli con una buona trasformazione al piede di Brioschi ormai a proprio agio nel gioco gazzoniano.
Nella ripresa il ritmo cala, la mischia si limita a controllare il gioco e i 3/4 pungono meno ben contenuti da Milano che non si arrende. Gazzoni avvicenda la squadra con gli ingressi di Maggioni, La Ferla, Candelma, Brambilla, Frigerio e Capri (chiamato a sostituire l’infortunato Marinelli)  Arrivano ancora i punti ma sul finale di gara con le mete di Caprì, ancora di Rescigno di un triofante Mucci applaudito dai numerosi tifosi grioamaranto giunti a sostenere la squadra. Da notare il piccolo record del Francescone grigio amaranto. Un tempo all’ASR segnò una meta al malcapitato Cernusco e oggi dopo oltre 17 anni ha chiuso il cerchio restituendo agli ex compagni la marcatura che ha sancito la vittoria dei suoi. Poi dicono che i rugbysti hanno la memoria corta.

Cernusco avanza, conquista 5 punti importanti e grazie alla concomitante sconfitta del Cologno contro il Casalmaggiore raggiunge il secondo posto nel girone. Decisiva tra 14 giorni la sfida al castello proprio contro lombardi in attesa di un derby stellare.

Unica nota dolente della gara l’abbandono in spogliatoio dell’accappatoio da parte di Michele Petretta. Il gesto dalle conseguenze drammatiche è stato giù condannato dall’ONU, da Mauro Gazzoni che si è detto scosso dall’avvenimento e dalla USSI (Unione Secchioni e Seri Italiani) che ha aperto una indagine interna. Vi terremo aggiornati appena avremo notizie a riguardo.

ASR MILANO – CERNUSCO 0-41
Accurli (Candelma), Sironi (Brambilla), Coropcean, Marinelli(Caprì), Rescigno, Brioschi, Signorini, Assandro, Chiesa (cap), Petretta (Maggioni), Barisione, Scaglia (La Ferla), Dalla Mariga, Caserini (Frigerio), Mucci

All. Gazzoni, Zapparoli

Mete: Rescigno (2), Coropcean, Accurli, Chiesa, Mucci, Caprì

Tr. Brioschi (3)

Best player: Caserini
FC award: Sironi per aver danneggiato il costume best player

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi