home CADETTI Chicken Rugby Rozzano – Rugby Cernusco Cadetti 40-7

Chicken Rugby Rozzano – Rugby Cernusco Cadetti 40-7

Domenica fredda per la formazione cadetta, impegnata in notturna sul campo avversario di Rozzano.
L’orario della partita è stato spostato, infatti, alle 16.00 pomeridiane.
Già dai primi minuti è chiaro che la mischia dei padroni di casa è superiore a quella grigioamaranto, e I padroni di casa tendono a sottolinearlo segnando una prima meta di carretto dai 22 metri; mentre il gioco nei reparti veloci non sembra essere squilibrato fa le due formazioni. Però sembra che questa settimana, vuoi il buio a cui I nostri RoadRunner non sono abituati di domenica, gli animi siano più congelati del solito.
Nei primi 20 minuti infatti, la formazione in campo pare affidarsi completamente al rientrante Coropcean, probabilmente sicura del fatto che il loro compagno, grazie ad un curriculum da Nazionale, possa portarli alla vittoria tutto da solo.
Partita infatti impeccabile per il nostro Coropcean, fino a quando, nell’estremo tentativo di difendere l’area di meta da un pilone avversario lanciato a folle velocità, ci delizia con un placcaggio come non se ne vedevano da tempo…ma…si rialza solo il pilone in giallo, e il nostro estremo venuto dal freddo rimane inginocchiato con la testa tra le mani: botta in testa e svarioni…e l’arbitro ne ordina il cambio.
La partita procede regolare: carrettate in mischia, si attacca sul gioco aperto, un paio di touche vengono perse per perdita di tempo (però stavolta I nostri cadetti riescono a correggere l’errore un pò più velocemente del solito), calci di spostamento che spostano il gioco in una o nell’altra metà campo…e arriva la meta di Manzoni, dopo una cavalcata selvaggia di oltre 50 metri. A questo punto la squadra ricomincia a giocare come sa, e si vedono 15 giocatori in campo che lottano insieme, uniti, aggressivi, come una vera Squadra. L’idillio dura 20 minuti.
Infatti è questa la quantità di tempo in cui è possibile vedere un discreto gioco…e poi I nostri giocatotori piombano in un buio profondo.
Nel secondo tempo I roadrunners forse congelati, anche neurologicamente, riescono a prendere: 4 mete (e a non farne nessuna); un giallo x fallo ripetuto (i 10 metri) che fanno esordire il capitano come Tallonatore (viene il dubbio che i coach P&P siano preveggenti per aver segnato per la prima volta il Calo come 1L in lista gara, e sia effettivamente servito); un sacco di botte; e le “malizie” degli avversari.
Al fischio finale il risultato tra chicken e RoadRunners è 40-7, il volatile arrosto questa domenica è quello cernuschese.
Dopo il saluto finale, il verdetto dei Coach amareggiati è : c’è stata un’involuzione !!
Sicuramente per le partite a venire i nostri giovani devono mettersi in testa che anche le piccole cose fanno la differenza, perché una partita di rugby è una battaglia…e in battaglia vince solo chi è più preparato, allenato, smalizziato, FURBO e CONCENTRATO.
Va bene ridere e scherzare, la partita non è un funerale, ma bisogna essere concentrati, pensar a cosa fare e come farlo; partire dimenticandosi i palloni che erano lì, presentarsi alla partita con i tacchetti corti perché tanto son sempre andati bene, dimenticarsi le scarpe o il nastro nero, non spingere al 100%….son tante piccole cose che da sole non fanno la differenza, ma tutte insieme possono cambiare una mischia, un’azione, la partita.
Certo sarebbe anche servito avere almeno 2 piloni pesanti anziché uno, ma questa domenica erano impegnati con la prima squadra.
Tra i vincitori best player troviamo il nostro Manzoni, per la meta segnata senza fare avanti (neanche volontario, anche se ha ammesso di averci pensato), mentre per la FC AWARDS,  il vincitore è il giovane Galimberti (esordiente in questo ruolo) che da solo riesce a cadere di schiena nel vuoto a mo’ di tartaruga prima della partita…e…si toglie un indumento sacro davanti a mezzo spogliatoio, e dato che l’ignoranza non è ammessa…

Appuntamento tra 15 giorni in quel di Varese.

Vitali (Monaco 30′), Gigliotti (Caprì 40′), Manzoni L. (Gigi D’Alessio 75′) , Cinquetti (Frigerio 70′), Manzoni T. , Falcone, Vagliani, Ghidotti, Giannubilo (Galimberti 40′), Calogero, La Ferla, Michalski (Perego 60′), Marinoni, Caserini, Giberti (Granatiere 65′)

Meta: Manzoni T.

Tr: Falcone

Best Player: Manzoni T.

F.C. Award: Galimberti per caduta da TRIPIEDE

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi