home ARCHIVIO, UNDER 18 Domenica in silenzio. Rovato – Cernusco 29-17

Domenica in silenzio. Rovato – Cernusco 29-17

Un leggero sole apre la domenica dell’U18, che scalda leggermente gli animi tesi dei ragazzi: il Rovato li attende.
I geni bresciani…chi se li ricorda? Sicuramente le giovanili, 3 partite, 3 guerre perse.
I playoff della coppa del nord-ovest sono sicuramente il ricordo più vivido, 12 punti che bloccano il lavoro di un anno.
Ma torniamo al presente e cominciamo dall’inizio che non è proprio dei migliori: 3 punti a loro che trasformano un calcio in mezzo ai pali.Proseguendo nel peggiore dei modi Gangitano si becca una gran botta. Ma rimane in campo rendendosi conto, solo dopo 15 minuti, di avere il naso dove le persone normali, di solito, hanno le orecchie.Obbligato quindi il suo cambio.
Subiamo un altra meta. La mischia non riesce a fermare il carretto avversario. 10-0.
Gli animi iniziano a spegnersi, solo una cosa li riunisce: la voce del capitano, che ancora ci crede e fa credere gli altri.Ed è proprio da quella che si riparte, si raggiungo in touche i 5 metri, la mischia si guarda, “peseranno il doppio di noi”, “niente carretto non li riusciremmo a smuovere” ma la chiamata è quella. Ci si lega e dentro a spingere, si fa qualche metro e poi palla ai centri che sfondano la linea difensiva e segnano i primi punti proprio sotto i pali.

Finisce il primo tempo, solo a meno tre dal vantaggio in mano agli avversari e ancora 30 minuti da giocare: tutto è ancora aperto.
Si ricomincia con un botta e risposta di mete, ben quattro, due al Cernusco e due al Rovato. Alle nostre si sommano anche molte occasioni sprecate e alcuni errori arbitrali, che tanto fanno arrabbiare il nostro Michelazzi, fino a urlare all’arbitro “Cosa cazzo ACCIPIGNA fai?” prendendosi così un giallo. Da qui il Cernusco si scioglie come un ghiacciolo in agosto, la difesa traballa, le mani pure e si subisce l’ultima meta che chiude definitivamente il match.29-17.
La storia si ripete, sempre quei 12 punti…
Tra sette giorni la prossima sfida contro l’Ospitaletto, puntando ai punti mancati questo week-end.
Primo tempo – Secondo tempo

Carrera, Gangitano (Monaco), Brambilla (Cap) (Raimondi), Dragoni S, Palaia G,  Michelazzi, Vallieri, Manzoni, Illario, Buratti, Toscano (Scioscia), Ticozzi, Romagnoli (Gibilini), Giacometti, Rebuzzini (Palaia S)

A disposizione: Dragoni M, Gamalieri

All. Brambilla, Scalvini

Mete: Brambilla, Dragoni S, Michelazzi
Tr: Michelazzi (1)

 

Amm. Michelazzi
Best player: “Il sostituto di Pozzi”.
F.C Award: Monaco che si mangia 5 punti con un avanti epocale.

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi