home ARCHIVIO, CADETTI, PRIMA SQUADRA Derby: una normale partita speciale

Derby: una normale partita speciale

Appena nato, Mauro Gazzoni non pianse. Guardò l’ostetrica e le disse: ”Ogni domenica si gioca un derby, è la partita tra noi e loro” poi pianse. Lasciato l’ospedale Mauro spiegò ai suoi amici del nido la differenza tra tattica e strategia, poi alle elementari inventò il derby.
Che cosa è il derby? Cernusco – Cologno, roba da brividi. 30 anni fa ci sarebbe stata la guerra per le strade e tre settimane di preparazione, era la sfida che valeva la stagione. 20 anni fa non si parlava d’altro dall’uscita dei calendari. 10 anni fa era un evento sentito. Oggi è una partita. E’ il derby. Vagoni di racconti, carichi di sensazioni che ti investono anche se a Cernusco ci sei arrivato ieri, figuriamoci vent’anni fa. Il rugby però come la vita si evolve, i racconti restano in club house e le sensazioni ti seguono in campo consapevole che anche se è speciale la partita vale sempre quei fottuti quattro o cinque punti e che settimana prossima si torna in campo. Una bella consapevolezza che non smorza di un centesimo il treno della tradizione ma che fa guardare avanti, ad uno sport che anche grazie al derby ogni anno sta diventando più maturo e coinvolgente.

Il generale lo sa, la sua giardinetta è stata vista a Cologno nella notte, lungo le rive del fiume. Lasorsa raccoglie frammenti di partite passate, di strategie vincenti, di urla chiuse in flashback degli anni passati per nutrire il suo grande cuore. Vinto quella volta, perso quell’altra, faremo così, attenzione a non sbagliare la. Tutti la vivono a modo loro la partita, e anche  noi spiriti del Cernusco passato e presente ci dobbiamo rassegnare. Questa partita  anche se è normale va vissuta in maniera speciale e allora cosi sia.

In club house qualcuno non beve più, un voto al dio del Rugby per incorniciare una buona prestazione al castello, qualcuno cerca il suo avversario tre le pagine di facebook, qualcuno sta nel suo angolo a pensare, qualcuno pensa alla partita tanto cara al nostro fratello Italiano  e qualcun altro ha deciso di fare festa proprio stasera.  Ognuno si avvicina alla sua partita come meglio crede, e poco importa quello che si dice attorno a lui. Quello che non cambia è lo scorrere del fiume li dietro anche se adesso è vuoto. Tutto sembra un delirio, una esagerazione ma, pensandoci bene tutto quello che succede prima di un derby è esattamente uguale a quello che succede ogni settimana, prima di ogni partita. Riti, tradizioni, scaramanzie, voglia. Non cambia nulla è sempre una partita tra noi e loro.

Meta coach Gazzoni, hai avuto ragione anche questa volta.

 

Lino Cagno

»crosslinked«

One thought on “Derby: una normale partita speciale

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi