home ARCHIVIO, CADETTI, PRIMA SQUADRA, STORIA SCRUM WARS: MISCHE STELLARI, una nuova speranza

SCRUM WARS: MISCHE STELLARI, una nuova speranza

E’ un periodo di guerra civile. Navi spaziali della mischia, colpendo da una maul segreta, hanno ottenuto la loro prima vittoria contro il malvagio Impero dei 3/4. Durante la battaglia, spie della mischia sono riuscite a rubare i piani segreti dell’arma decisiva dei ¾, IL PASSAGGIO IN AVANTI,  una giocata corazzata di tale potenza da poter annientare una intera mischia in un solo istante. Inseguita dai biechi agenti dell’impero la principessa Alessia Giannubileila sfreccia verso casa con la sua touche stellare, custode dei piani rubati che possono salvare il gioco del rugby e ridare la liberta alla mischia…

Nell’universo esiste una forza chiamata sostegno, una forza che unisce tutti i giocatori e che potrebbe regalare al mondo grigio amaranto una nuova speranza. Il sostegno un tempo era il dominatore del Castello e il Cernusco era imbattibile guidato da consiglio degli Cedi.  Giocatori generosi e valorosi, gli Cedi, erano dotati del sostegno e di armi laser chiamate off load. Gli Cedi erano capitanati dal più valoroso tra loro,  Obi Uan Gazzoni addestrato personalmente dal più grande di tutti GAZZA THE HUT. Tradito da alcuni Cedi che iniziarono a non entrare in ruck, Gazzoni perse la guerra dei calci, segretamente innescata dall’imperatore dell’ignoranza lord De caro.

La mischia venne bandita e l’impero dei ¾ divenne il dominatore del Castello sotto la perfida tirannia della guerra dei cuscini, capace all’andata di fare perdere i grigio amaranto contro l’Asola. Per mesi il Cernusco non vide più la luce ma proprio quando la fine  sembrava ormai cosa fatta proprio dal mondo dei ¾ arrivò una nuova speranza. L’umile Luke Cerutti, figlio di Expedit, che, cresciuto nel piccolo mobilificio di famiglia si trovò per caso a lavorare con due rincodroni: la lattina animata Travaini e R2D – Dudi il valoroso rinco capitano della under 23.

Travaini, che aveva giocato con la regina Giannubila in realtà conosceva il segreto per vincere contro l’Asola e salvare il mondo dall’impero della pianura lombarda, bisognava trovare il grande Gazzoni. Luke Cerutti grazie alle indicazioni del giovane Dudi e del barattolo Travaini riuscì a trovare la caverna ove Obi Uan Gazzoni si era nascosto.
Informato sui fatti Gazzoni decise di tornare in campo, da generale questa volta, ma consapevole che rispetto all’andata serviva qualcosa in più. Trovare la Regina e farsi inviare alla base segreta della mischia, pronta all’attacco decisivo.  Per muoversi nello spazio i quattro scelsero di affidarsi al contrabbandierie di parti umane di ricambio Han Sala e al suo fedele seconda linea Mimmecca famoso per l’efficacia delle sue comunicazioni. Per muoversi nello spazio scelsero l’apertura più veloce del mondo, capace di completare la rotta di Kessel in soli 11 passaggi: il Millennium Falcone.

Nonostante il silenzio radio, anche il Millennium Falcone venne catturato dal Passaggio in avanti, l’arma decisiva del ¾ pronta a sferrare il suo attacco definitivo sulla povera mischia. Obi Uan Gazzoni, Luke Cerutti, Travaini e R2D Dudi anche se in difficoltà riescono però con il sostegno a liberare la Regina e a scappare dai ¾ imperiali impegnati a decidere sullo smalto in vista della parentesi domenicale. Lord De caro accusa la sconfitta ma dopo aver sfidato apertamente Obi Uan Gazzoni lo insegue per sancire la sua vendetta. Obi Uan intanto però può guardare al suo esercito, che ad ogni parte del campo lo ha raggiunto sulla panchina boscosa di Cernusco per gli ultimi due assalti finali. Le nuove armi a disposizione di Gazzoni sono la X (Wing), una particolare manovra atta lanciare nell’iperspazio il nuovo lo spendente “GigantishRescigno appena riparato dopo la battaglia dell’andata. Il carro armato Assan-drone (nel senso di robot) utile per la guerra al suolo, il PE3ttone da caccia e il lancio spaziale di Zeus Caserini direttamente dalle fogne della Morte Nera.

Per vincere queste ultime sfide Gazzoni sa che il sostegno potrebbe essere, come è stata per il grande Cernusco, la chiave della vittoria. Il Sostegno è forte in Luke Cerutti e nei suoi compagni che hanno la forza e la capacità per mandare a segno due calci fotonici e regalare al Castello una nuova speranza…

SCRUM WARS continua con il secondo episodio della saga DECARO COLPISCE ANCORA

darthciccius

»crosslinked«

2 thoughts on “SCRUM WARS: MISCHE STELLARI, una nuova speranza

  1. sto male ciccio. questo vince il premio del miglior articolo di sempre (anche se non hai citato campa)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi