home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Cernusco – Dalmine, il Cenclave deciderà la formazione

Cernusco – Dalmine, il Cenclave deciderà la formazione

Marco Travaini, cardinale della mongolfiera è uno dei Gazzabili
Marco Travaini, cardinale della mongolfiera è uno dei Gazzabili

In vista della partita, in programma come la santa messa alle ore 11 il papa Gazzoni III  per l’occasione ha riunito il Cenclave. La più alta delle riunioni tecniche di cernusco che si indice solo in determinate situazioni di classifica.  Nella sala grande della clubhouse gli allenatori si sono riuniti per prendere le decisioni relative al finale di stagione.

A solo una settimana dall’incontro vinto dai Runners il calendario dei recuperi contrappone al XV di Gazzoni ancora il Dalmine del Kiwi Akurangi nella settimana più importante della stagione mistica del Cernusco. La partita al Castello, in programma a dicembre, venne rimandata a causa delle condizioni impraticabili del campo di casa. Pioggia, battaglie e sudore grigio amaranto hanno reso in effetti il campo di casa dei ragazzi di Gazzoni un campo davvero difficile e ad ogni bizza meteorologica pare che sulle rive della martesana ci sia stata una inondazione. Poco male, il fango ha sempre caratterizzato le sfide con gli uomini di acciaio del Dalmine anche se, i ricordi del Castello non sono molto incoraggianti. La storia sotto le banderuole infatti racconta di un Cernusco lanciatissimo in classifica e puntualmente bloccato in casa dal fango e dalla solida difesa bergamasca, sempre a suo agio nelle mura. Quest’anno la storia pare diversa, il Cernusco è impantanato e sta cercando di uscire dalle sabbie mobili e le partite che mancano alla fine della stagione regolare ormai sono solo tre. Per poter guardare avanti servono per forza tre risultati utili consecutivi e sulle rive della Martesana la tensione è alta.

Sotto la attenta supervisione del camerlengo Benececco XXIII gli allenatori hanno dovuto lasciare fuori dalla CH tutti i loro telefoni, i loro schemi, le loro tattiche per decidere insieme le formazioni da mettere in queste ultime partite. All’ordine di Benececco “Fòra Tuch” le porte si sono chiuse, anche se pare Bobo Secondo sia arrivato in leggero ritardo, e resteranno tali fino a quando dalla cappa della Club House uscirà una fumata del Lasorsa. La fede rugbystica di Paolo Benussi coinvolgerà gli invitati al CEnclave e il rugby stesso deciderà la formazione.  Se la fumata sarà bianca la formazione sarà decisa, se la fumata sarà nera la formazione non sta in piedi e Gazzoni potrà bruciare la distinta. Attorno alla CH si sta radunando come al solito la grande massa dei tifosi e dei giocatori in attesa dell’annuncio HABEMVS FORMATIA atteso per la tarda serata di venerdì e pronunciato da Bobo Secondo. Tra i favoriti alcuni soliti noti detti i “gazzabili” come ad esempio il mediano dalle mani d’oro Signorini e il frate di clausura Falcone impegnato in un rigorosissimo sciopero della parola interrotto solo da indicazioni tecniche in spogliatoio.

Sironi dopo la pausa è atteso alla resurrezione mentre dal Canto suo Chiesa, vista l’etimologia del cognome pare ormai convocato cosi come Campana (le). De Caro non sa ancora se la sua scomunica è stata ritirata, mentre visto quello che ha da poco colpito San Pietro anche Fulmine sembra in grosso dubbio. Sicuramente tra i favoriti ecco l’anima candida del Cernusco, Calogero detto padre 98, da ormai sei giorni in ritiro spirituale con i suoi seguaci. In mischia il Cardinal Martorini non ha ancora completato il suo cammino di fede mentre Francesco  Mucci è il “favorito” per la messa in prima linea assieme a Marco “figliol prodigo” Travaini che potrebbe a sopresa essere affiancato da Jacopino da Todi o da Caserini il Saggio.  Da Vimodrone si segnalano apparizioni della Madonna Giannubilo e pare che anche a Salerno il miracolo il sangue di Petretta si sia liquefatto indicandolo tra i Gazzabili cosi come il primo apostolo di Gazzoni: Luca Assandro l’evangelista della terza linea tornato alle redini della chiesa seniores nella vittoria della scorsa settimana.

Il più grande di tutti, Cerutti non può venire nominato nemmeno dal Cenclave e deciderà al mattino, prima della partita, se e come prendere parte alla manifestazione.

 

»crosslinked«

One thought on “Cernusco – Dalmine, il Cenclave deciderà la formazione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi