home ARCHIVIO U12 a Velate: fumata nera

U12 a Velate: fumata nera

u12

 

 

Dopo la buona prova ottenuta in casa nella prima giornata della seconda fase, è arrivata una sonora sconfitta in quel di Velate.

Sono convinto al 100% che i nostri piccoli-grandi road-runner faranno tesoro di quello che gli errori commessi hanno loro insegnato, e proprio da quelli ripartiranno per migliorarsi e crescere sia tecnicamente che caratterialmente; e noi educatori saremo al loro fianco per lavorare su ciò che di negativo abbiamo visto nel corso della giornata correggendoli per quanto possibile.

Siamo abituati a vedere in campo una squadra di rugby compatta, con una buona salita difensiva, pressione sull’avversario, e ottimo schieramento, ma domenica non ci hanno mostrato nulla di quanto hanno imparato sino ad ora. Sono partiti illudendoci con un ottimo primo tempo giocato contro l’ASR Milano, ma il mio elogio “bravi, continuate così”, è servito solo a farli sedere sugli allori; hanno smesso improvvisamente di giocare. In campo mi è parso di vedere un gruppo di ragazzini che per la prima volta si trovavano per provare a giocare a rugby, dove nessuno si conosceva e sapeva le regole del gioco, dove ognuno faceva per se! Non sono riuscito a vedere un sostegno, la difesa, non c’era pressione, era una gara individuale a chi incorna di più, pochi i placcaggi… e tutto questo ha portato verso il 5° posto. Pazzesco!

Spetta a noi educatori cercare di capire quale meccanismo è scattato nelle loro testoline per riportarli a giocare come loro sanno fare, perché sappiamo che i nostri ragazzi sanno comportarsi da veri rugbisti!

Ci aspetta un percorso fatto di concentramenti di alto livello, ai quali parteciperemo perché ce lo meritiamo, dobbiamo però dimostrarlo facendo esplodere la nostra voglia di rugby!

E’ per questo che ad ognuno di voi dico “ricordati che da solo è dura portare quella palla ovale oltre la linea bianca di meta che ti sta di fronte, ma se provi ad aggiungere al gioco 11 amici che ti sostengono e ti aiutano ad avanzare, e se tu sosterrai loro nel momento del bisogno, vedrai che quella linea bianca  prima o poi la raggiungerai”.

 

RISULTATI

CE – ASR Milano             0-4

CE – CUS Milano             1-4

CE – Orobica                  14-0

 

M.of the M.

MARENGONI LEONARDO: Insieme ad altri amici del CE si è schierato con l’Orobica per mancanza di loro giocatori dimostrando spirito di adattamento ed umiltà, giocando al fianco di quelli che comunemente sono degli avversari; E’ questa la vera essenza del rugby! Bravo!!! Come premio ti sei regalato anche una meta.

 

Arrivederci a Brescia.

un saluto da Ivano, Alfonso, Rosario, il new-entry Enrico e dal “bidello” Martino. 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi