home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Cernusco non affonda nel fango. Battuto il Gussago 36 a 0

Cernusco non affonda nel fango. Battuto il Gussago 36 a 0

Nel fango del Castello che per l’occasione diventa il Mekong il Cernusco non si scompone e conquista una bella vittoria e 5 punti fondamentali per il proseguio del campionato.

Agli ordini del generale Gazza il XV di Cernusco comincia subito in avanti trascinato dai cingoli di Assandro e dall potenza al piede dell’Airone Cerutti che finalmente a suo agio anche nel Fango calcia lontano la palla che impregnata di di fango diventa imprendibile per gli avversari. F16 Falcone è in agguato su ogni pallone e ben imbeccato da Vagliani è fonte di gioco inesauribile per il Cernusco. Le mete arrivano cosi come le belle progressioni alla mano che nemmeno a Twicknham riescono al Cernusco. Nella ripresa con l’ingresso di Rescigno, Meroni e dei Calo Bros il ritmo incalza e anche se più stanco il Cernusco non accenna a diminuire la pressione. Arrivano altre mete con una ottima mischia che funge finalmente da punto di partenza per le azioni dei Runners che chiudono in festa con un tuffo storico. C’è poco tempo per fare festa, domenica si viaggia in Valtellina per mantenere il vantaggio e il primato in classifica.

 

Amore (Campanale), Sironi (Calogero G.), Cerutti, Cinquetti, De Caro (Rescigno), Falcone, Vagliani (Calogero F.), Assandro (cap), Chiesa, Petretta, Scaglia(Meroni), Barisione, Martorini, Caserini(Giannubilo) , Mucci (Zanellato).

All. Gazzoni

Mete: Petretta (2), Assandro, Rescigno, Chiesa, Cinquetti

TR. Cerutti (3)

Amm. De Caro

Best player: Petretta

La non meta di Rescigno che si lascia scappare il pallone proprio al momento del contatto con il suolo. Scene che non vorremmo mai vedere su un campo da rugby

F.c. Award: Alberto Sonny bill topo rescigno

 PAGELLE DI GINA RE

Amore 6: qualche sbavatura sulle prese al volo, perdonabile in quelle condizioni climatiche, non inficiano un prova positiva. Molto bravo ad esplorare il campo mantenendo i suoi sempre all’interno della metà campo avversaria.

De Caro 6: resta il dubbio pugno si o pugno no nell’azione del giallo, solido in difesa prova sempre a contrattaccare, se si scrollasse di dosso un po di nervosismo potrebbe fare molto di più.

Cerutti 6,5: qualche imprecisione al piede per colpa del pallone sporco non mettono in discussione una prova maiuscola sia in attacco che in difesa.

Cinquetti 6,5: elegantissimo nelle sue scarpe da professionista da sicurezza alla propria linea segnando la prima meta dell’incontro.

Sironi 7: la voce che lo guida da dentro lo spinge a fare un ottima partita, serio e concentrato va a cercarsi lavoro in tutte le zone del campo nn fossisilizzandosi solo nel suo corridoio, un bel riscatto dopo il pasticcio di Gossolengo.

Falcone 6: campo e pallone al limite della praticabilità, rimande ordinato e cerca di muovere al meglio i suoi alternando saggiamente mani e piedi.

Vagliani 6,5: difficile muovere il pallone quando sembra più una palla di fango, lui però rimane elettrico e sta imparando anche ad essere ordinato, ottima prova.

Assandro 6,5: un carrarmato, travolge tutto e tutto senza far impantanare i propri cingoli.

Chiesa 6,5: anche per lui un ottima prova, sarà che il campo pesante si adatta alla sua stazza marmorea, finalizza una meta fatta con uno splendido carretto da parte di tutta la mischia.

Petretta 7,5: prende in prestito (si si in prestito) la maglia numero 6 e gioca una splendida partita coronata da ben 2 mete, una delle sue più belle prove in grigioamaranto che gli regalano il completo funky del man of the match!!!

Barisione 6,5: sempre in prima linea quando c’è da avanzare palla in mano, gestisce al meglio al rimessa soprattutto nel finale quando ruba ben due palle agli avversari mettendo la parola fine al match.

Scaglia 6: rientro dal primo minuto per il sorriso più bello di Cernusco, fatica un po ma è presente nei raggruppamenti e su un paio di palloni di recupero.

Martorini 6: se non fosse per il fango sarebbe una giornata quasi riposante, asfalta il proprio avversario in mischia chiusa ed è sempre intelligente (per quanto un pilone possa esserlo) nel gioco allargato.

Caserini 6: anche lui performante in mischia chiusa, qualche sbavatura al lancio ma con un pallone cosi pesante si può perdonare.

Mucci 6: circa al 25′ del primo tempo riparte con una finta di culo che se conclusa oltre la linea di meta avrebbe messo la parola FINE al nostro splendido gioco, per fortuna viene placcato e il movimento è salvo. A parte questo anche lui è solidissimo e annienta il proprio avversario.

Meroni 6: entra all’inizio del secondo tempo al posto di Scaglia e si mette in mostra per la grande capacità di lavorare sui palloni di recupero.

Rescigno 6,5: entra con tanta voglia di fare e lo dimostra segnando anche una splendida meta, su cui però rimane il dubbio se è scivolata la palla prima di schiacciare o meno, con la potenza e il tuffo del migliore Ashton.

Zanellato 6: mezz’ora di partita per dimostrare che anche lui può dire la sua.

Calogero F. 6: ha il sacro fuoco negli occhi e lo dimostra con una prova seria e di carattere.

Calogero G. 6: si riscatta dallo scivolone di Gossolengo con una partita solidissima in difesa, splendida una sua diagonale con placcaggio a salvare una fuga avversaria.

Giannubilo 6: sempre solido in fase difensiva questa volta è anche più spavaldo in attacco sfiorando una meta nel finale.

Campanale 6: rientra dopo tanto tempo nel suo ruolo preferito di estremo, ottimo il placcaggio nel finale che evita la segnatura del Gussago

»crosslinked«

3 thoughts on “Cernusco non affonda nel fango. Battuto il Gussago 36 a 0

  1. una precisazione: mi dissocio dalla finta fatta dal suddetto mucci, non parteciperei mai a un momento così degradante per il rugby.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi