home ARCHIVIO Il generale Gazza e la sfida agli uomini di acciaio

Il generale Gazza e la sfida agli uomini di acciaio

Il Generale Gazza

Ordinati come soldatini. Muti, mischia e trequarti, sono in attesa di ordini allarmanti. La trincea sono le linee, il filo spinato i conetti tra i quali ci si muove circospetti aspettando l’ordine. di attacco. In piccoli plotoni si sale (quesi sempre) all’unisono, come si fosse un corpo unico. Poi tutto si ferma. Un semplice gesto sul campo del capitano Assandro e del Sergente Rescigno li mette in riga per l’ispezione.

Sta arrivando il generale, sulla sua giardinetta rubata a Gussago. Il baffo del deserto passa in rassegna la sua truppa, i Runners, i corpi speciali del Rugby Cernusco. Non conoscono la resa, si schierano sull’attenti fieri di incontrare gli occhi di ghiaccio del Gazza. Il capitano Assandro, terza linea d incursione pesante li presenta uno ad uno. Conquistare la possibilità di combattere alla domenica è un grande onore, ma scendere in campo con il gruppo di Elite2 è già un vanto. Questa volta la  battaglia da vincere è contro un nemico terribile capace per ben due volte di aggirare le difese del Castello e di conquistare punti proprio nel giardino del generale.

Il reparto di prima linea scalda i cingoli perche proprio perchè tra i panzer ci sarà la battaglia più aspra. Il Mucci M1 A2 Abrhams , il Filippi Panze(r) IIIe il Feggi Feci-S sono stati equipaggiati con speciali motori da spinta e sollevamento mentre il Pe3tta d’assalto sta già facendo rifornimento di proiettili perforanti. Da Cape Martesana lanciatori CaserINI e TravaINI sono in fase di preriscaldamento.

 

Mariotti alla guida del suo Millennium

Dai campi di aviazione la RAF (Runners Air Force) è al completo con lo Spitfire Scaglia, l’Hurricane Giannubilo, il Millennium Falcon di Mariotti e l’MB339 PAN di Barisione. Il reparto guastatori da ricerca e distruzione conta sul reverendo La Mattina e sul genio ferroviario Barbieri il pomeriggio mentre per i reparti di assalto avanzato è pronta la copertura di artiglieria di Chiesa e mentre l’F4 Phantom di Assandro è già pronto in Hangar per supportare le truppe leggere.
Già in territorio nemico Vagliani, nome in codice Charlie sarà la regia avanzata delle operazioni coordinado l’intervento di terra con la sezioni armi speciali del tenente Amore e con il giudice Falcone, neo rapace appena giunto agli ordini del generale.

 

Testa di ponte sul territorio ostile sarà Testa alla guida dei veloci mezzi di assalto con il vento del nord Buran Vitaly impegato come “Ivan il Matto” dall’intelligence del Colonnello Lasorsa che seguirà le operazioni a bordo di un Awacs.

Sironi è già appostato tra le montagne di acciaio in attesa di un movimento, ai suoi piedi il fucile di assalto più preciso del mondo e al suo fianco l’Air(force)One del guerriero più forte del mondo Cerutti annuciato in grande forma da Radio Londra. Il Sergente glorioso e bastardo Rescingo invece sarà al comando degli incursori: uomini privi di paura e addestrati al combattimento corpo a corpo avranno il compito di penetrarele difese avversarie con armi di distruzione di massa come Konè e Campanale.

 

 

»crosslinked«

One thought on “Il generale Gazza e la sfida agli uomini di acciaio

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi