home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Union troppo forte, Cernusco si arrende

Union troppo forte, Cernusco si arrende

Lo scorso anno la trasferta a Milano era stata un successo, gioco e riusltato. Ieri invece il Cernusco spumeggiante e senza paura di quella domenica si è visto solo nei primi venti minuti di gioco quando grazie ad un meta tecnica trasformata era riuscito anche a passare in vantaggio sul campo della capolista. Ordinati e molto vivi nel gioco  aperto i milanesi però non ci hanno messo molto a prendere le misure ai grio amaranto, complici alcuni gravi placcaggi mancati che hanno spalancato le vie del successo ai milanesi e fatto sprofondare i Runners nell’oblio della seconda sconfitta consecutiva con una brusca frenata alle ambizioni di post season.

Union Milano – Cernusco 36 – 14
Marcatori:
Meta Rescigno, Meta Tecnica, 2 Tr Amore
Mucci, Caserini (Langellotti), Martorini (Filippis), Scaglia (Mariotti), Barisione, Italiano (la Mattina), Chiesa , Petretta,(Giannubilo), Vagliani,  Amore, Assandro, Rescigno (Coppola), Calogero (Sironi), Coropcean, Accurli

Best Player : Filippo Scaglia, good luck mate
FC Award: Jacopo Chiesa per avanti dopo 3″ all’esordio.
 

Le pagelle di Parkinson

Accurli 6: Baluardo dell’eleganza sul campo risulta reattivo in fase offensiva, non si può dire altrettanto della fase difensiva dove certo non viene aiutato dalle ali

Rescigno 5,5: Sempre prepotente in avanzamento non ha ancora capito che a questo sport si gioca in 15. Ogni tanto vale la pena sfruttare i 4 contro 1.

Corpoceanu 5,5: Il campo non lo aiuta, i compagni neanche ma lui non fa un granchè per emergere dall’anemia generale

Assandro 6: Per la fiducia. In attacco il primo tempo si fa decisamente sentire dagli avversari. In difesa la cavalleria leggera dell’Union gli gira attorno più di una volta.A suo favore l’aver giocate ¾ di partita da ¾

Calogero G. 5: Arrugginito e a volte supponente. Sarebbe un bel acquisto per il reparto dei ¾ del Cernusco. Ma deve convincersene prima lui…

Amore 5: Il gioco al piede è stato decisamente deficitario sia in difesa che in attacco. Love soffre ancora troppo la pressione delle terze. Deve impostare il gioco anche se la squadra non è in avanzamento. Anzi soprattutto in quel caso…

Vagliani 5,5: Non trova mai il ritmo partita. Si infortuna alla fine del primo tempo e coraggiosamente continua la sua partita. Lo vorremmo più decisionista.

Chiesa J. 6: Voto di incoraggiamento. Il nuovo acquisto dimostra un ottima mobilità ed un buon placcaggio. Negli aspetti da migliorare sicuramente il senso della posizione e la marcatura delle ripartenze avversarie in mischia chiusa

Italiano 5: Probabilmente la forma fisica non è al massimo dato che corre la metà della passata stagione e purtroppo le volte che si trova al punto giusto è carente nei placcaggi. Da rivedere.

Petretta 6,5: Ricopre 3 differenti ruoli nel corso della gara. E’ mobile e dinamico. Viene sostituito per farlo riposare un poco. Al momento attuale ha un altro ritmo rispetto ai compagni di reparto.

Scaglia 6,5 (il migliore): Chissà che la terra di albione ci restituisca un rugbista migliore. In bocca al lupo.

Barisione 5: Scelte sbagliate nelle fasi statiche, ripartenze non assistite e poco lavoro sporco. Il capitano è lo specchio della sua squadra.

Martorini 5,5: Gioca trenta minuti e sembrano un eternità. Poco allenato ma sicuramente tra i più esperti in prima linea. La sua presenza in mischia chiusa è comunque una garanzia.

Caserini 5: Febbricitante ed altalenante. Precaria sicuramente la forma fisica è passivo a tutte le situazioni di gioco; e questo non può succedere ad un tallonatore che dovrebbe comandare i primi cinque.

Mucci 5,5: Stanco? Immaginiamo di sì perchè durante tutta la partita sembra che passi di lì per caso. Dovrebbe essere un punto fermo di questa squadra ma è ancora altalentante

Filippis 6: Buon impatto sulla partita. I margini di miglioramento in mischia chiusa sono ancora enormi ma nei raggruppamenti entra sempre deciso e guadagna quasi sempre il vantaggio. Non cosa da poco…

Sironi 5: A volte l’applicazione non basta. Entra in un momento in cui la sua poca esperienza è la cosa peggiore. Certo però che sembra avere l’olio sulle mani per quanti palloni perde.

Giannubilo 6: Entra in seconda linea, finisce mediano in un momento in cui il Cernusco stava solo subendo. Gli si poteva chiedere di più ma non stona.

Caparezza 5,5: L’ordine non è la sua specialità ma ad una terza si chiede anche di placcare e noi di placcaggi non ne abbiamo visti molti…

Langillotti 5,5: Manca ancora di personalità. Si fa travolgere dal ritmo partita e dall’inerzia oramai a favore union mentre avrebbe potuto/dovuto metterci del suo.

Coppola 5: Ha paura e si vede. Ha gambe velocità ed una discreta visione di gioco. Adesso è il momento di decidere cosa vuole fare da grande.

Mariotti 6: Non si vede. E per lui al momento questo è sicuramente un complimento.

»crosslinked«

2 thoughts on “Union troppo forte, Cernusco si arrende

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi