home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Cernusco in ginocchio a Brescia. Il CUS si impone 34-12

Cernusco in ginocchio a Brescia. Il CUS si impone 34-12

Prevedibili e senza energia i Road Runners perdono a Brescia ad opera di un ottimo CUS. Mai in partita il XV di Cernusco che paga oltremodo errori difensivi e scarsa attitudine.

Giornata no? Forse si. Ci si aspettava comunque di più da un Cernusco reduce da due vittorie consecutive e da una settimana di pausa che più che restituire ordine e carica sembra aver minato le certezze dei grigio-amaranto. Giunto a Brescia in formazione rivoluzionata agli ordini della Volpe del Deserto tornato dalle alture del Sinai per guidare la sua truppa il Cernusco non ha saputo interpretare la partita in nessuna fase quasi fosse paralizzato da una virus già incontrato più di una volta nello spogliatoio: la follia. Follia lucida, capace di regalare i sogni più belli ma anche i peggiori incubi ai fragili animi dei Runners speventati più da loro stessi che del temibile Cus, nuova versione del Desenzano Rugby rivale di memorabili battaglie negli anni precedenti. Che le cose non vanno bene qualcuno lo capisce subito, il virus è nell’aria, quasi fosse sempre stato li pronto ad aggredire appena le difese si abbassano (o non salgono in linea). Quello che prima è solo un dubbio, un fugace segno premonitore piano piano si ingrandisce fino al fattaccio. In campo ogniuno ci mette del suo e la frittata è fatta anche se non tutti si arrendono allo stesso modo. Capita di perdere certo ma certo quando non si entra in campo con il mood giusto e al termine degli ottanta minuti ci si rende che si poteva ancora dare qualcosa l’amarezza è più grande.

Dramma? Epidemia? No, nulla di tutto questo perchè se uno indossa la maglia del Cernusco sa che certe cose possono succedere ma quello che li rende speciali è proprio la voglia di rimettersi in gioco. Poco male quindi, come arriva il virus se ne va, e gli anticorpi ogni volta sono più forti perchè come dice il Dottor Italiano: “Ci ammaliamo si, ma sempre di meno” .

Importante quindi ricominciare subito la cura con una settimana in terapia intensiva di allenamento con gli specialisti Zapparoli e Lasorsa e con la partita di domenica contro il Crema che segnerà un’altra tappa importante della stagione e che vedrà in campo senza dubbio una squadra diversa.

LC

»crosslinked«

4 thoughts on “Cernusco in ginocchio a Brescia. Il CUS si impone 34-12

  1. msg x tutti i giocatori: domenica mattina ho avuto la fortuna di sentire i commenti di alcuni giocatori che aiutavano nell’organizzazione del torneo di minirugby.
    Dalle battite ironiche iniziali (Damiani incluso …) ai commenti stupiti vedento i placcaggi che hanno il coraggio di fare questi “bambini” alla loro età.

    E allora, perchè non venire più spesso sul campo a vederli ed incitarli? Hanno da imparare non solo dagli allenatori, ma anche da “quelli grandi”.

    E per conferma chiedere ad Antonello che nel suo doppio ruolo ha la fortuna di emozionarsi spesso vedendo questi piccoli guerrieri (la SUA compresa!!!) difendere i colori del CE.

  2. Penso che tu abbia ragione Luca..Ma penso che anche noi avremmo bisogno di un pubblico di piccoli guerrieri…

  3. Basta dirlo!!!!
    i nostri sono piccoli, ma rumorosi!!!
    Alla prossima proviamo a portarli
    Forza CE

  4. sono si’ entusiasmanti
    e se le ginocchia mi sosterranno fra un paio di lustri proverò anche a lasciar loro qualche occhio nero.
    nel frattempo ringrazio per domenica

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi