home ARCHIVIO Under 16, il momento della verità

Under 16, il momento della verità

Dopo aver superato in difficile scoglio del C.U.S. Pavia, la nostra Under 16 si prepara alla gara più Importante del campionato, quello contro lo Junior Bergamo il 10 Aprile p.v. in trasferta. Sarà una gara difficilissima per entrambi le squadre, dove presubilmente si deciderà la leader-chip del torneo, anche se mancherà ancora una partita alla fine. Le capacità dimostrate sabato e gli attributi esibiti nella partita vinta contro il Cologno, devono essere le armi per andare a Bergamo a testa alta, entrare in campo con la consapevolezza di essere forti e di non essere inferiori a nessuno, nel rispetto dell’ avversario, perché abbiamo; tecnica, potenza e cinismo nel saper soffrire per poi colpire.
Poi se gli avversari sapranno batterci, li applaudiremo e gli faremo i complimenti, ma dovranno anche loro soffrire e sudare. Potremo contare sul rientro, dopo il grave infortunio del capitano dell’ anno scorso, Thusha Gerz, (guerriero) strepitosa la voglia di giocare dimostrata sabato.

 Cronaca

27-03-2010    Rugby Cernusco  24    vs    C.U.S. Pavia  14

Mete:   2 Veneroni,   1 Benvenuti (Bomber)   1 Manzoni

 Contro il PV. Il Cernusco ha giocato, forse la più bella partita sotto il profilo tecnico e caratteriale, (sembrava si profilasse la maledizione del PV. 5 incontri 4 sconfitte 1 pareggio). Benché sotto di 14 punti, a metà del 1° tempo, e una squadra letteralmente scatenata (furie rosse) che non gli dava tregua, è riuscito a ribaltare il risultato, ed imporre il suo gioco, ottenendo una strepitosa vittoria. Lo spettacolo offerto dalle due squadre, ha notevolmente soddisfatto il pubblico presente sugli spalti e a bordo campo, che hanno sempre sostenuto i ragazzi, anche nella prima parte dove eravamo in difficoltà. Dunque partita di alto livello tecnico, dove le due squadre hanno fatto vedere le loro doti migliori; inserimenti veloci, placcaggi, giocate ariose con frequenti salto dell’ uomo, schemi di gioco molto interessanti.

Come detto gran parte del primo tempo in netto favore del PV. che con un ritmo di gioco forsennato vanno in meta al 7’ con il loro n° 7 (giocata alla mano) e al 14’ con il n° 13 dopo una tuoche a loro favore sulla linea dei nostri 22mt. e la conseguente spinta fino in meta (impressionante) le due mete venivano entrambe trasformate. Il Cernusco dopo soli 15 minuti si trova sotto di 14 punti e il PV. continua a macinare il suo gioco, noi, dopo la sfuriata dei nostri 2 allenatori sembriamo riprenderci e a capirci qualcosa tanto che cominciamo a difendere con ordine ed attaccare con pericolosità ma soprattutto facciamo capire agli avversari che ci siamo anche noi. Entriamo sempre piu in partita, giochiamo quasi al loro livello, si rivede il Cernusco delle ultime partite e prima del riposo i nostri sforzi vengono premiati al 29’ Veneroni, in raggruppamento viene spinto in meta, il tempo di trasformare la meta e termina il primo tempo sul punteggio 7 a 14 La meta ed il pubblico spingono il CE a riprendere la gara dopo il riposo, consapevole dei propri mezzi e riparte alla grande, conquistato il pallone sul calcio di inizio, lo fa girare da destra a sinistra e viceversa, ogni volta che veniamo bloccati ripartiamo subito grazie al sostegno che non manca mai e a pochi passi dealla linea di meta del PV. Benvenuti (“Bomber”) decide di provarci e ci riesce nonostante il muro del PV. siamo al 2’ e dopo la trasformazione siamo in parità 14 a 14 Il Cernusco, galvanizzato e spinto dall’ entusiasmo segna una bellissima meta dove tutta la ¾ Tocca due volte la palla Manzoni al 5’ (non trasf. Palo) 19 a 14 Il Cernusco, il primo caldo, le tre mete in pochi minuti, il ritmo tenuto nel primo tempo, sono componenti che pesano sul morale del PV.  in campo si vede ora una sola squadra ed ha le maglie grigio-amaranto che controlla i rari attacchi degli avversari senza affanno e che continua a contrattaccare. Durante una pausa di gioco avvengono le prime nostre sostituzioni: entrano Tusha e Maggi in favore di Adamson e Colombo (leggermente acciaccati). E’ il Cernusco a fare la partita, e cercare la quarta meta del “bonus”, la trova al 19’ con Veneroni Dopo l’ ennesima giocata alla mano. Nei 10 minuti finali il CE va piu volte vicino alla quinta meta, non riuscendoci per poco e c’è il tempo per effettuare gli ultimi due cambi entrano Dragoni e Zamuner al posto di Manzoni e Sauta Finisce la partita 24 a 14 tra gli applausi dei tifosi e degli avversari che si complimentano con i ragazzi per il fatto di averci creduto anche quando eravamo sotto di 14 punti.
Complimenti ragazzi continuate così

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi