home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Cartoline da Cernusco

Cartoline da Cernusco

Attacco in forze dei Road Runners

Dopo l’incubo di domenica scorsa il Cernusco torna nel suo Castello per difendere la zona playoff e dimostrare al pubblico di casa che lo scivolone contro il Botticino è stato solo un passo falso e che il cuore grigio amaranto batte ancora forte nel cuore dei Road Runners. La partita è di quelle che mettono i brividi, arriva la capolista con il suo bagaglio di scudetti e primati nel rugby nazionale: l’Amatori Milano. Un esercito bianco e nero atteso a Cernusco. “Una partita normale? No, molto di più perché giochiamo contro l’eccellenza del rugby milanese e per molti di noi è come un derby” spiega Ironman Travaini che contro il Milano di partitissime ne ha giocate tante in giovanile con Mucci.

La Volpe del Naviglio Damiani chiuso nella torre del Fornaroli sta studiando le contromosse adatte per stemperare la pressione dei milanesi che grazie alle abili strategie della sua intelligence all’andata subirono proprio ad opera di uno splendido Cernusco la prima sconfitta stagionale.

Difendere il territorio, a tutti costi, ecco il compito dei Road Runners e per il Castello sarà come per gli spartani alle Termopili. In prima, la Linea Rossa Mucci e la Locomotiva Petretta non sono al meglio ma garantiranno orario e puntualità sui punti di incontro e sulle fasi statiche e in tutte le stazioni, soprattutto se Ironman Travaini troverà nella sua armatura in titanio anche gli adeguati sistemi di lancio. In forte dubbio Lasorsa Langellotti è pronto ai box con le gomme da qualifica, mentre Bomber Sala dovrà accontentarsi della tribuna fermato da un maledetto stiramento e da problemi all’ammortizzatore. Scaglia e Capitan Vittoria (interrotta la sua serie) avranno il compito di pattugliare la NO FLY ZONE intorno al castello e di garantire vivacità nel gioco aperto. Il reparto cingolato delle terze linee uscito con le ossa rotte dalla sfida dei marmi dovrà dimostrare il suo valore in campo aperto con Barambilla, Assandro, Italiano e la “Regina” di facili costumi Giannubilo alle prese con il suo secondo derby personale (il primo amatore non si scorda mai). In mediana non mancherà la furia cieca di Vagliani e soprattutto entusiasmo dell’Airone Cerutti, rinato come Phoenix dalla sconfitta di Botticino e reduce con operazione bionica al suo piede in carbonio. Nei ¾ le scelte della Volpe sono ancora tutte da decifrare ma sicuramente il ritmo la farà da padrone con la  5C Gang che punterà come al solito sulla devastante portanza fisica. Campanale, Calogero Cinquetti e Coppola (unico fermo al parcheggio Coproceanu) saranno a disposizione della mente idraulica dell’offensive Coordinator Zapparoli e dei suoi schemi tubolari per spianare la strada al devastante Rescigno che dovrebbe recuperare l’ennesimo acciacco, al bellissimo Emanuele Accurli atteso in serata da Los Angeles reduce da un servizio fotografico, e al signore delle fasce laterali De Caro, docente di netiquette allo IULM di Milano.

Nei bar ci sono le cartoline dei milanesi che si allenano in piazza duomo, e le maglie che scenderanno in campo hanno vinto 16 scudetti ma a Cernusco ci sono solo il grigio e l’amaranto delle banderuole e del cuore di una città. “Non facciamo cartoline, ma chi ci conosce sa che per noi il rugby è dappertutto” dice Barisione pronto alla battaglia.

L’appuntamento è per tutti  alle 14.30 al Castello di Via Buonarroti per la sfida di cartello della 7° giornata di ritorno.  

Lino Cagno

»crosslinked«

2 thoughts on “Cartoline da Cernusco

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi