home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Segnali dal futuro. Cernusco – Valcamonica @ Castello

Segnali dal futuro. Cernusco – Valcamonica @ Castello

Credete ai viaggi nel tempo? Certo che si. Ottobre 2009. Dopo una stagione a dir poco deludente e un inizio con due sconfitte consecutive il Cernusco sembra ancora in preda agli spettri del castello in rovina. La trasferta in Val Camonica chiusa con un altra sconfitta sembra la fine delle velleita anche per questa stagione. Tutto sembra segnato, il morale però non è basso grazie anche ad un viaggio di ritorno al 90%. Gli occhi del Mastro di Chiavi brillano ancora, e anche Braida e Ponch non riescono ad essere duri. Dal martedi successivo in campo cambia qualcosa. Tornano infortunati ed elementi importanti certo ma è il Cernusco che si trasforma. Arriva aria fresca sul castello e arrivano anche i risultati. Altalenanti certo, ma sempre in stile grigio e amaranto con due sconfitte decise dal fato ma tanto gioco. Rimandata a data da destinarsi la sfida contro il desenzano il Cernusco affronta allora domenica l’esame Valcamonica con qualcosa in più nel cuore.
Quella sconfitta ha destato gli ardori dei guerrieri lombardi e vesuviani,  e non è un caso che proprio Italiano in quella partita si superò, gettando il suo cuore nel futuro. Si sa, al Castello piacciono i simboli e ora è tempo di restituire il cuore ad Antonello, che per primo aveva visto la via sacra.
Tutto è pronto per la lista del venerdì con il dubbio Dalla Mariga in prima linea e qualche dubbio nelle officine dei panzer. Ancora infatti da definire il pacchetto di mischia che sotto gli ordini del colonnello Braida studierà nuove strategie di azione con i cingoli più adeguati al terreno di battaglia. La cavalleria dei ¾ invece scalpita, le scuderie del castello sono piene di purosangue pronti alle scorribande nella piazza d’armi con in sella il fantino Vagliani e l’Airone di Cassina con il suo piede maestro. Damiani, il generale guarda fiducioso al futuro che scorre sulla Martesana e ripensa a quella sconfitta che tanto ha significato. Intanto, tra fieno e operazioni in borsa lo stallone italiano Alberto Resigno non vede l’ora di correre nel suo Castello: “Abbiamo voglia di giocare” spiega Gigantish “Speriamo che il tempo ce lo permetta e se cosi non sarà proporremo noi una sfida ai camuni sulle nevi…”
L’appuntamento è per le 14.30 al Castello di Via Buonarroti a Cernusco sul Naviglio.

Lino “the astrodog” Cagno

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi