home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Lainate – Cernusco: l’ora del fucile

Lainate – Cernusco: l’ora del fucile

Riprende il campionato con il recupero della nona giornata.
In modo inaspettato la federazione chiama alla ripresa delle ostilità con una settimana di anticipo, e un Cernusco ancora reduce dai cenoni risponde comunque entusiasta.
I primi cinque uomini del Cernusco sembrano aver risentito più degli altri dei badordi natalizi ed infatti coach Damiani dovrà fare sicuramente a meno di “tre ruote” Lasorsa e di “Coffe shop” Petretta mentre hanno qualche chances in più Mucci (dolorante ad una caviglia, fuori al 90%) e CV Barisione (che sta testando la sua sopportazione alla forza G).
Tre allenamenti quindi per giocarsi i primi tre numeri della formazione grigio-amaranto anche per coloro che hanno avuto meno spazio nel girone di andata.

Anche per la seconda linea i giochi sono ancora tutti da fare con il “cammello” Sala e “Schumacher” Scaglia a formare la lobby di questa settimana; in terza i ranghi completi provocano la solita bagarre tra Assandro, Brambilla, Caserini,Giannubilo e Italiano.
In regia è probabile la riconferma del binomio pensiero-azione Vagliani-Cerutti, con un interrogativo posto dal ritorno dopo i dolori dell’anno passato del giovane Calogero. I centri, con Rescigno in forma devastante e il folletto Alvaro Vitaly Coproceanu sempre imprendibile, sono ormai una certezza, con l’opzione Cinquetti in recupero, mentre nel triangolo arretrato le sole ali Calogero senior, Coppola e Decaro paiono coinvolte nel ballottaggio per affiancare il bell’estremo Accurli, visto gli acciacchi di Monzani.
Purtroppo ancora fuori il diabolico estremo Campanale dopo il brutto infortunio di un mese e mezzo fa.
In definitiva nonostante le assenze varie, gli acciacchi e il poco tempo per preparare la gara, Cernusco va a Lainate ben agguerrito e non certo svogliato, in testa ancora la cocente delusione del calcio all’ultimo secondo di un mese fa e il 6-5 dell’ultima visita nella palude lainatese. Le lame non han perso il filo e l’orgoglio grigio-amaranto è più vivo che mai. Si torna in battaglia.

Gegen Parkinson

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi