home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA, STORIA Cernusco 17 Botticino 21

Cernusco 17 Botticino 21

Stavolta non c’è nulla da dire. Nulla da recriminare. Il Rugby Cernusco abbassa ancora la testa e incassa dal Botticino la nona sconfitta stagionale ma per quasi settantaminuti gioca un buon rugby e tiene un temibile avversario alle corde con un gioco fisico e aggressivo che sulle rive della Martesana non si vedeva da un pò. Putroppo quello del Cernusco è al momento il peggior record negativo di sempre ma quella disputata la scorsa domenica contro gli storici rivali del Botticino è stata senza dubbio una partita positiva per i grigio-amaranto. 21 a 17 per i bresciani il risultato finale frutto di una partita corretta e ben giocata dai Road Runners che sin dai primi minuti danno l’impressione di essere scesi in campo con il morale giusto. Vagliani è il faro ragazzi di Chiesa che, con la possente mischia impgregnata di muscoli ed esperienza, in breve tempo conquistano campo e fiducia. Il possesso palla è tutto per i padroni di casa che in un tempo però riescono solo a conquistare 3 punti come gli avversari, nonostante le numerosi azioni zona di attacco che però si concludono sempre con noiosi errori di foga e banali passaggi in avanti. La ripresa vede un Cernusco sempre grintoso e determinato che non molla sul piano fisico e che anzi accelera il ritmo schiacciando il Botticino dentro i 22 metri difensivi per buona parte della gara. Lasorsa in sala macchine e il postino Brambilla al timone, guidano la mischia alla conquista di una meta tecnica e una folata di Rescigno inchioda il punteggio sul 17-3 (Calogero trasforma entrambi i calci). La partita sembra finalmente volgere dalla parte del Cernusco, De Caro non sbaglia un placcaggio e la mischia anche se stanca mantiene il controllo nelle fasi statiche. A bordo campo si spera, si comincia a guardare l’orologio e si fanno gli scongiuri ma il destino è in agguato, proprio come il rimbalzo della palla ovale…Da un’altra mischia in zona d’attacco per il Cernusco nasce un devastante contropiede che porta il Botticino a segno, i padroni di casa non riescono nemmeno a rendersi conto dell’accaduto perché arriva subito anche la seconda meta del Botticino e addirittura un piazzato a complicare la vita. In 5 minuti la partita è ribaltata 21-17, nessuno ci crede e il silenzio delle tribune colpisce al cuore giocatori e allenatori. Tutto finito? Niente affatto, il Cernusco reagisce come può, con rabbia e ostinazione e finalmente per la prima volta dall’inizio dell’anno anche con ordine. E’ una guerra nel fango quella degli ultimi secondi, Caserini e Le Rose si esaltano sul campo di battaglia e il Cernusco si muove, prima i 22, poi la meta campo, poi una touche e finalmente la mischia ai 5 metri. Sembra fatta, ma la mischia, stremata, non riesce a sfondare. L’ ultimo sforzo fallisce e a 30 secondi dalla fine un “tenuto” decreta la sorte dell’attacco finale. Il Botticino calcia in touche e festeggia, ma stavolta nessuno può dire non averci provato.

Le pagelle di Lino Cagno
IL MIGLIORE
Lasorsa 7.5 – Prova di fisico, carattere e maturità. Si mette al servizio della squadra per 80 minuti con soluzioni impreviste, buona aggressività e grande freddezza nelle fasi decisive. La pausa lo ha rigenerato.Fracassa 6.5 – Il suo sperato rientro si sente, soprattutto in prima linea dove il Botticino lo soffre ad ogni mischia e ad ogni raggruppamento. Manca ancora un po’ di apporto in campo aperto ma siamo fiduciosi.

Petretta 6.5 – Solido come una roccia e concreto in tutte le situazioni. La “locomotiva del sud” ha conquistato il cuore dei freddi lombardi con la sua determinazione.

Sala 6 – Non è al meglio della condizione e si vede. Con il suo cuore però può fare tutto e ci prova fino a quando ha fiato per restare in campo. Esce come al solito claudicante, imperativo il recupero di un giocatore così.Barisione 7 – In touche è “il signore dei cieli” e oggi ha voglia di dimostrarlo, preciso in tutte le fasi aeree. Si permette anche una grande incursione degna di un seal che si ferma a pochi centimetri dalla linea di meta. Guadagna moltissimi metri partendo da dietro la linea del fuorigioco.

Benussi 6 – Torna in campo dopo quasi un anno di assenza e paga i ritmi di gioco. Appena prende le misure però ricomincia a guidare come sa ripartenze e fasi statiche. Speriamo solo che continui a giocare.

Giannubilo 6 – La fiducia di Chiesa regala una “Regina” in grande spolvero specialmente nei primi minuti di partita dove con la sua classe nei raggruppamenti conquista importanti palloni. Cala nel finale di tempo.

Brambilla 6.5 – Il “postino” guida con esperienza la sua mischia e aiuta Vagliani nelle situazioni a rischio anche se qualche volta è impreciso nelle ripartenze. Determinante il suo apporto in tutte le fasi “sporche” di gioco dove il suo timbro non manca mai.

Caserini 6.5 – La battaglia nel fango è il territorio ideale per i suoi dreadlock a caccia di avversari. “Predator” entra nella ripresa e ha il grande merito di aumentare la pressione sui bresciani che, impauriti, più di una volta arretrano.

Assandro 6 – La sua furia si placa quasi subito ma il lavoro in mischia e il costante sostegno si fanno sentire.

Mucci 6 – Entra in campo e si trova a gestire, fresco, una mischia in grande spolvero. Fa il suo compito a dovere e si regala anche un paio di belle incursioni.

Scaglia 6 – Ha voglia da vendere e si vede, entra in un momento topico della partita ma non riesce a dimostrare quanto vale anche perché la partita diventa spigolosa.

Vagliani 7 – Non molla mai, nemmeno per un attimo gioco e avversari. Impressionante la mole di gioco che gestisce e la lucidità nei momenti topici, ecco a voi il vecchio Carletto

Calogero 5 – E’ la media tra la sua voglia di fare e i numerosi errori gratuiti commessi più per foga che per mancanza tecnica. Il ragazzo è forte si farà ma anche lui deve pensare più al presente che al futuro

Italiano 5.5 – Non riesce a convogliare tutta la sua energia nella direzione giusta anche se questa volta ci prova con impegno. Può fare ancora molto più

Cerutti 5.5 – Weekend difficile tra problemi personali e difficoltà nel trovare una collocazione in campo. Bello però vedere in campo la sua grinta e la voglia di giocare, lo aspettiamo in giornate più serene

De Caro 7.5 – Prova praticamente perfetta. Ordinato nelle chiusure, determinato nelle penetrazioni e devastante nei placcaggi. L’identikit di un ala moderna in puro stile Cernusco

Rocky 6 – Entra nel momento topico della partita, completamente fuori ruolo, ma il Rocco nazionale è dotato di grande Cuore e si getta nella partita con tutto quello che ha. Prova a calare l’asso di bastoni nel finale, ma si ferma proprio là, a 30 cm dalla linea di meta.

Campanale 5.5 – Entra anche lui in fase calda e gioca alla sua maniera, commette l’errore di giudicare male il rimbalzo della palla sull’ultimo piazzato del Botticino. Ancora arrugginito promette faville per il futuro.

Rescigno 6.5 – Gigantish c’è e si vede. Entra, sfonda e cambia l’equilibrio della gara con la sua velocità. Segna la meta del sorpasso e tiene in apprensione tutto il reparto bresciano, proprio quando serve di più il campo lo tradisce malamente. Speriamo torni presto

Coppola 5 – Sente ancora troppo la partita e non riesce a giocare come sa. Quella che per gli altri è una partita, per lui è un inferno. Lo “Schizzo del naviglio” può è deve fare di più

Calogero G. 6 – Crede poco nelle sue potenzialità e sbaglia perché la sua partita è senza sbavature a parte il finale quando si lascia un po’ andare. Manca forse un po’ di convinzione ma è ottimamente aiutato dal triangolo arretrato predisposto da Chiesa.

Chiesa 5.5 – La sua gestione tattica della partita è buona. Prepara la squadra ad affrontare la battaglia, ci prova in ogni modo, ma è l’emozione il problema del Bresciano dagli occhi di ghiaccio, alcuni cambi avvengono troppo in fretta, e nel momento clou non riesce a dare la carica ai 15 in Campo. Perde un’ottima occasione.

Best cazzata: Giannubilo.

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi