home PRIMA SQUADRA CUS Bergamo – Rugby Cernusco 8-33

CUS Bergamo – Rugby Cernusco 8-33

Lasorsa
Accurli
Assandro
Calogero F.
Dalla Mariga
Travaini
Martorini
Lazzaroni
Barisione
Italiano
Mucci
Coppola
Sala D. (C)
Cerutti
Vernhet
Vagliani
Fucci
Scalvini
Caserini
Le Rose
Fracassa
Bassetti

Miglior Giocatore: to be defined.

Best Cazzata: Daniel Lazzaroni, per aver buttato fuori una palla in area di meta invec. e di realizzare la meta più bella del secolo su strusela di Scalvini.

mete cerutti (2), Vagliani, Calogero F, Vernhet

c.p. cerutti (2)

tr. cerutti

Esordio positivo per il Rugby Cernusco che nella prima giornata del campionato nazionale di serie C ha battuto il Cus Bergamo con il punteggio di 33-8. Cerutti sugli scudi: due mete, due penalità e una trasformazione per il giovane talento del Cernusco.

La prima giornata di campionato ha sempre un valore particolare, per la prima volta dopo ore di allenamento e di fatica ci misura con gli avversari. In palio ci sono i punti di un campionato lungo e massacrante e iniziare con il piede giusto è stato senza dubbio un buon viatico per le speranze dei Blues. Gara combattuta quella giocata a Dalmine contro l’esordiente compagine del CUS Bergamo alle prima partita ufficiale in campionato. Cernusco in formazione quasi tipo con i “pepe boys” Vagliani – Calogero in mediana e Scalvini schierato come primo centro. Due gli esordi eccellenti tra il Cernusco con Cerutti al suo esordio dal primo minuto come ala, e Dalla Mariga impegnato in mischia con il numero 2 sulle spalle. Il Cernusco parte un po’ contratto, e il CUS cerca con la grinta di sopperire all’esperienza mettendo in difficoltà i Blues con una buona pressione difensiva. Gli avanti gialloblu faticano ad organizzarsi, e così i primi punti arrivano dal piede di Cerutti. Se la mischia dorme a far giocare il Cernusco ci pensano i tre quarti che decidono di svegliarsi e che con due belle azioni alla mano regalano sempre al solito Cerutti due splendide palle da schiacciare in meta. Il Cernusco si scuote e migliora fase dopo fase con una netta predominanza in mischia ordinata e in touche. Nonostante il buon gioco espresso dal Cernusco a fine tempo arriva anche la meta del CUS Bergamo, bravo a sfruttare un errore difensivo degli ospiti.

Nella ripresa Coach Marchetti cambia tutta la prima linea, il Cernusco macina gioco, e va a segno altre tre volte con i Pepe Boys che segnano una meta a testa e con una bella progressione in mischia ordinata ai 5 metri schacciata al suolo da Vernhet tornato sulle rive della Martesana dopo un mese sabbatico negli Stati Uniti. Il Cernusco vince quindi, ma non convince anche se è senza dubbio da sottolineare il positivo apporto dei giovani ed in particolare del bomber Cerutti e del solido Calogero. Per Battere il Botticino, rivale della passata stagione e favorita di quest’anno per la conquista del titolo, la prossima domenica servirà però senza dubbio un Cernusco migliore. Indispensabile un maggiore ordine in campo e una maggiore attenzione alla disciplina costata al Cernusco qualcosa come 15 falli fischiati, e indispensabile anche un migliore organizzazione in gioco, soprattutto da parte della mischia apparsa forse un tantino statica rispetto alla maggiore dinamicità dello scorso anno. Marchetti è avvisato, di tutte le maledette domeniche di campionato del Cernusco, quella che sta arrivando è senza dubbio una delle peggiori.

 

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi