home ARCHIVIO, PRIMA SQUADRA Sant’ambrogio 2005

Sant’ambrogio 2005

ORE 11.00 del 6 dicembre 2005. Parcheggio del campo

QUADRO: io non mi fermo in clubcasa, altrimenti faccio tardi
ORE 11.01 del 6 dicembre 2005 Clubcasa

QUADRO: io mi fermo, una birretta e scappo

ORE 12.00 del 6 dicembre 2005 Clubcasa

Fulmine [tel]: Quadro, c’è una festicciuola alla brasserie a Lambrate, vieni?

Quadro: no, ora vado a letto, ma vengono Scalvo ed Ema

ORE 1.00 del 7 dicembre 2005 Clubcasa

Dopo n vodke, e un paio di birrette

Topo, Nick: andiamo alla brasserie, ma non sappiamo la strada

Quadro: ve la dico io, e vi lascio là davanti, poi vado a casa

Salutiamo: CEDRO [MITICO], COZZI, ZEUS, CJ e JACK

ORE 1.30 del 7 dicembre 2005 Brasserie

Quadro: eccocci qua

Nick blocca la macchina di Quadro mettendo davanti la sua e dice: Ora ci beviamo un drink

Ore 2.30 del 7 dicembre 2005 Brasserie

Quadro to All: vado a casa, non male per un: “non mi fermo in clubcasa, altrimenti faccio tardi”

Topo, come un anno fa, scappa 1 minuto prima che il male trionfi

..e qua sarebbe da finire.. ma come un anno fa il diavolo a sant’ambrogio non sta mai quieto..

Ore 2:31 del 7 Dicembre 2005 Brasserie

Squilla il telefono di Ema: “ciao sono Cj, sono bloccato in tangenziale altezza Cernusco che ho bucato”

Ema e Scalvo, un po’ come Batman e Robin s’involano sulla tangenziale

Nick e Quadro si guardano negli occhi e organizzano una contromossa geniale, andiamo anche noi ad aiutare CJ, ma il povero Barisione ha lavorato fino alle 23.. non vorremo mica lasciarlo solo??.. Citofoniamo e svegliamolo..

Ore 3:00 del 7 dicembre 2005 Barisione’s House

Barisione’s House: DRIIIIIIIIIIIIIIIII

Barisione’s Citofono: hai 30 secondi da questo momento… muoviti

Barisione: ma che cazzo volete?? sto dormendo

29 secondi dopo Barisione è in macchina

Ore 3:15 del 7 dicembre 2005 Cernusco S/N

Nick [Urlando e Sfregandosi le mani]: FarinaKurve – FarinaKurve.

Quadro e Ciccio si tengono e il buon Nick affronta la curva con la perizia di Rosberg.. non keke, ma Gianluigi Rosberg, un mio amico..

E Bum.. ruota anteriore destra Out..

Arriviamo a 10 all’ora in autostrada..

Ore 3:17 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

Ema, sconsolato, dopo aver aiutato Cj a sistemare la macchina, si rende conto che la sua macchina non parte, aspetta con ansia l’arrivo della macchinata milanese.

Si gira e..

Vede arrivare a 10 km all’ora la macchina di Nick con la ruota bucata.

Ore 3:45 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

Si ferma il soccorso stradale, Scalvo ci guarda e dice: c’è da parlare, ci penso io.

Quelli del soccorso stradale chiedono: “Ragazzi cosa è successo?”

“Abbiamo bucato”

“poi la macchina là davanti è a posto, abbiamo già bucato e riparato”

“e la punto non parte..”

Ore 3:47 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

Dopo che Scalvo e Ciccio hanno provato, con insuccesso, a levare la gomma di Nick, il tipo della viabilità, con estrema perizia, ci aiuta e sistemiamo la gomma di Nick

Ore 4:00 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

La macchina di Ema non parte.. che facciamo?? Spingiamo..

Spingi, Spingi, Spingi.. ma la macchina non parte

[vorrei uno sconto sulle prossime 3 macchine della mischia]

Ore 4:05 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

Nick ed Ema vanno a prendere i cavi a casa di Ema.

Scalvo e Cj vanno a prendere da mangiare

Quadro e Ciccio rimangono al freddo ad aspettare gli altri

Ore 4:35 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

In tangenziale si sente questo:

CARDI…

CAZZO NON LO VEDO…

FIGA CHE FREDDO…

QUELLO E’ UN VIBERTI…

VIBERTI MERDA

DOMANI MI DEVO ALZARE ALLE 7..

Dopo mezz’ora e 20 gradi in meno si scorgono Nick ed Ema.

Niente Cavi

Ore 4:55 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

Scalvo e Cj arrivano coi cavi.

La macchina di Ema non parte

Ore 5:30 del 7 dicembre 2005 Km 14.5 dell’a51 direzione Sud

Arriva il carroatrezzi

e dopo 3 ore in tangenziale il gruppetto si divide..

Gruppo Milano si dirige a casa

Gruppo Cernusco/San Donato

Ore 6:00 del 7 dicembre 2005 Milano

Nick guarda Quadro e dice: “ma la mia ruota??? dov’è??”

Tutto bene per una Birretta e poi a casa.

 

Versione Ciccio:

Stanotte sono arrivato a pezzi a casa dopo una giornata di lavoro durata quasi 14 ore compresi due trasferimenti da ottanta chilometri di autostrada valsi una interessante giornata del Campionato Italiano Rimorchi. Guardo l’ora, l’una, che palle domani alle sette c’è la sveglia e sono altri chilometri, io odio tangenziali e autostrade. Vado a letto, nemmeno mi sento bene e mi addormento con il termometro sotto l’ascella…

è un lampo, la sensazione di dejavu e il sogno inizia, reale quasi nitido.

sono in macchina, vestito come tom cruise nella guerra dei mondi con nick e quadro che ridono e mi dicono bravo. Io parlo, ma come in ogni buon sogno non sentono cio che dico. vedo la strada scorrere davanti ai miei occhi, ancora quella fottuta tangenziale, penso tra me e me “certo che sono rimasto sotto con sti tir” ne vedo ovunque quasi si materializzassero nella nebbia.

Nick parla, ma io non sento, poi lo vedo è un circuito, no è solo una curva con i cordoli, sembra il tamburello. E’ la Farina Curve, Brabham la temeva, Lauda ci vinse un modiale e Alboreto li gettò al vento il titolo. Nik lo sa ma decide di rischiare e l’asfalto non perdona, siamo fuori dal Gp e torniamo mestamente ai box. Ci sono altre macchine ai box, il sogno è stupendo…ecco vedo una alfa romeo e una punto. Mi viene incontro un meccanico, è Scalvo, Ema ride c’è anche lui e CJ sistema gli alettoni. Luci, ombre, ci sono dei tipi in giallo e una luce fichissima una grande freccia indica alle altre macchine e ai Cardi di starci lontano e io mi sento in pace con il mondo. È la tangenziale che si scusa, che è umana e viva come noi. Cardi, viberti, il rumore dell’Adige, sento le sospensioni cargobull.

Mi vengono a trovare, come nell’uomo dei sogni. “se fai il botto, noi torneremo” e arrivano… sono tanti, con me c’è quadro vestito da omino amsa e vediamo come nel film le loro luci. Black out.  Ecco, un altro viaggio, ora sono in un campo in Francia, a Lamberet. Sento gli uccellini, sono morto, è il paradiso. No, è Cologno nord, ero li tre ore prima a SKY e ora sono in un prato con quadro sotto un traliccio che emette 1,21 gigowatt di campo magnetico. Mio dio gli alieni, uomini gialli, nick, ema io non ci vedo piu.

Ho freddo tanto freddo. Ma che succede? adesso ho una brioche in mano e sento la musica classica che esce da un telefono sono in macchina e ci sono

33 gradi. ema piange e CJ parte per l’india. Chiudo gli occhi e sono in piazza casa …vedo rosa, è la gazzetta, c’è un mercato, le chiavi. Che palle la sveglia! Suona da molto, sono già le sette e devo andare al lavoro anche se a Milano in genere è festa. Però che sogno! ero talmente stanco che ho dormito vestito.

»crosslinked«

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi